Partiamo da 300

Guardiamo al futuro con ottimismo e realismo. Ripartire al meglio incamminandoci su una strada giusta, certamente non facile, ma che ormai sappiamo è l’unica percorribile

Mark Up arriva al suo trecentesimo numero, potevamo ignorarlo ma trecento è il numero degli eroi, e non ci è sfuggito. Trecento spartani e altrettanti argivi caddero annientandosi a vicenda per il possesso della Tireatide; alle Termopili erano 300 gli Spartani di Leonida; “eran trecento, eran giovani e forti, e sono morti” recitava il ritornello che ricordava Pisacane nel suo tentativo di far insorgere il sud dell’Italia. Insomma questo trecento non potevamo ignorarlo e invece di autocelebrare il passato di Mark Up, abbiamo pensato di dedicare questo numero a un futuro che ci auguriamo sia responsabile etico e sostenibile; per nulla eroici ma altrettanto illusi, forse, ma, dopo quello che abbiamo passato nell’ultimo anno, è tempo di guardare al futuro convinti che questo tsunami che ci ha travolto, terrorizzato, immobilizzato, ci abbia anche dato il tempo di riflettere in quale mondo vogliamo vivere, è l’unico lato positivo dei cambiamenti epocali non cercati, non voluti ma che ci danno l’opportunità di ricostruire. Ricostruire meglio, con la determinazione di chi ha imparato la lezione, che la semplicità è importante, che se qualcuno non rispetta le regole paghiamo tutti, con gli interessi. Sappiamo che vogliamo un pianeta più green, ma che per averlo qualche rinuncia bisogna farla e che dobbiamo impegnarci tutti, da cittadini e da consumatori, pensando a quello che scegliamo di mettere nel nostro carrello della spesa o a che macchina abbiamo parcheggiato nel garage. Bisogna farlo da aziende, ed essere un’azienda responsabile oggi costa, ma ... non c’è nessun ma: costa quello che deve costare. E non basta un po’ di greenwashing o di social washing, è necessario imparare a rispettare le regole e a farle rispettare anche se sappiamo che in Italia sono tante (forse troppe). Non solo, sta cambiando anche l’assetto sociale, si parla di diversità, di rispetto ma ahimè anche del loro contrario nella vita e nelle aziende quella dell’inclusione è ancora una battaglia tutta da combattere, ma sono certa che le nuove generazioni ci verranno in aiuto.

Ma torniamo al significato di 300.
Trecento è un multiplo decimale di tre, il primo numero tondo di un tempo antico, dove esistevano solo il singolare, il duale e il plurale. Il numero tre, per Aristotele era una sorta di legge di natura, con il cristianesimo il tre diventa divino, nasce la triade che vive poi nelle leggende, nei sogni. Ecco questo è il nostro sogno ma non siamo soli a scriverlo, abbiamo invitato altri sognatori come noi che il sogno l’hanno messo a sistema, che stanno lavorando perché diventi una realtà. Lo stiamo facendo anche noi partendo da 300.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome