Partnership Comifar – Carepy a supporto della farmacia dei servizi

L’accordo mira ad aiutare il farmacista nella presa in carico del paziente, attraverso un servizio digitale dedicato e volto a migliorare l’aderenza alla terapia

Comifar, società di primo piano nel mercato della distribuzione farmaceutica, e Carepy, startup nata con la missione di migliorare l’aderenza terapeutica dei pazienti, hanno siglato una partnership strategica esclusiva finalizzata ad offrire alle farmacie servite da Comifar le tecnologie messe a punto da Carepy.

 

 

Gruppo Comifar, attraverso una rete capillare di magazzini, è in grado di proporre alle 12.000 farmacie clienti non solo oltre 100.000 prodotti del mondo farmaco e parafarmaco, ma anche una gamma sempre più vasta di servizi a supporto della professione e per lo sviluppo del punto di vendita: formazione, aggiornamento, consulenza specialistica e di marketing, servizi per il cliente finale della farmacia.
“Oggi la farmacia vive un momento di profonda trasformazione, caratterizzato da nuove sfide ma al contempo da nuove opportunità. In questo processo evolutivo, l’informatizzazione e la tecnologia giocano un ruolo determinante – afferma Domenico Barletta, amministratore delegato Comifar –. La nostra azienda si pone come principale partner per affrontare la sfida che la nuova normativa sui servizi ha delineato e che offre al farmacista la possibilità di governare questa evoluzione, rendendolo protagonista di una catena virtuale di sostegno, cura e assistenza del ‘nuovo consumatore’ che vive la farmacia”.

La scelta di investire su Carepy Pharma si innesta nel progetto Comifar di evoluzione della farmacia, che diventa ecosistema integrato online/offline, con l’obiettivo di rilasciare nei confronti dell’utente un’esperienza fidelizzante e di valore.

Carepy nasce nel 2015 come servizio digitale di presa in carico del paziente da parte dei professionisti sanitari, per monitorare da remoto e supportare attivamente il paziente nella gestione del suo percorso di cura domiciliare, in modo da poter migliorare l’aderenza terapeutica con l’ausilio della squadra della salute composta da familiari o caregiver, farmacista, medico e infermiere. Attualmente il servizio è utilizzato da diverse centinaia di farmacie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome