Pasticceria e panetteria, sono cambiati i trend? Puratos dice no

Il rinnovamento del reparto panetteria e pasticceria, alla ricerca di identità. Ecco come lo vede il gruppo Puratos

L’azienda Puratos aveva pubblicato, alla fine del 2019, la sua ricerca triennale, intitolata “Taste Tomorrow”, che consegnava una fotografia dei settori di cui sopra. Il Covid-19 non ha ribaltato le priorità dei consumatori, nè le loro abitudini; le ha certamente modificate, durante le Fasi 1 e 2, ma i trend, specie per quanto riguarda i settori della panetteria, pasticceria e mondo cioccolato sono rimasti analoghi, con qualche elemento di novità. In queste settimane, nella fase post-emergenza Covid-19, attraverso il monitoraggio locale e quello internazionale (la ricerca è stata realizzata in 40 Paesi intervistando oltre 17.000 consumatori) è stato possibile osservare come si siano rafforzate certe tendenze che erano già apparse con una certa evidenza. “Ci riferiamo -spiega Valentina Bianchi, marketing manager Puratos Italia- al desiderio di comperare italiano, all’italianità nel suo complesso; a un’attenzione maggiore alla salute e all’acquisto di ciò che può far bene all’organismo, con oggi un ulteriore focus sul rafforzamento delle difese immunitarie. Infine, sempre più importanza viene data alla sostenibilità”.

Puratos
Tina Santato, retail & QSR manager di Puratos Italia - OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Ripensare al punto pasticceria

Il dialogo con i clienti della gdo da parte di Puratos Italia ha poi fatto emergere come sia in atto una trasformazione e ripensamento del reparto pasticceria. “Contingenza attuale a parte -spiega Tina Santato, retail & QSR manager- la pasticceria ravvisa una mancanza di identità legata a una poca comunicazione sul prodotto, più presente, per contro, nel reparto panetteria. Da qui l’impegno, che alcuni operatori stanno già attivando, nei confronti del bio e del salutismo in generale. Il Covid-19, che ha portato le persone a effettuare gli acquisti presso i supermercati con meno frequenza, ha inoltre dato il la a una rivisitazione delle confezioni, per coprire, per esempio con il multipack, tutta la settimana”. Come sta già accadendo negli altri Paesi, la pasticceria è chiamata dunque a migliorare la propria offerta; oltre ai classici, vi è infatti necessità di rivedere i momenti di consumo, comprendendo in modo più chiaro colazione e snack.

Il supporto tecnico

Per accompagnare i reparti verso le nuove esigenze dei consumatori, Puratos mette a disposizione i propri tecnici, che eseguono prove sia nei laboratori delle aziende che direttamente presso i punti di vendita. “Il nostro approccio, infatti, riguarda -precisa Santato- il prodotto finito, non il singolo ingrediente necessario per ottenerlo. Siamo in grado di suggerire eventuali packaging, claim, creatività, potendo peraltro confermare che questi input hanno poi sempre positivi riscontri di vendita. A supporto della consulenza fornita dai nostri panificatori, pasticceri, dal reparto di ricerca e sviluppo, abbiamo ultimamente anche adottato, per il training e la formazione, la modalità dei webinar veloci, in modo da garantire continuità al servizio che forniamo”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome