Per comunicare bene nelle riunioni bisogna ascoltare

Gli opinionisti di Mark Up (da Mark Up n. 263)

Uno dei temi più importanti che bisogna affrontare all’interno delle nostre aziende è quello della comunicazione efficace. Che siano riunioni, meeting o colloqui di feedback con le nostre risorse, i nostri capi o i nostri colleghi, oggi esiste un’opportunità per migliorare la nostra comunicazione. Ma come possiamo migliorare la comunicazione all’interno delle nostre aziende? Sappiamo tutti che bisogna essere costruttivi e bisogna essere aperti al dialogo. Qual è l’elemento costitutivo del dialogo: la reciprocità. Cosa vuol dire reciprocità? Vuol dire essere in grado di ascoltare il nostro interlocutore, bisogna ascoltare l’altro per capire il suo punto di vista. È molto più facile parlare anziché ascoltare. Dobbiamo focalizzarci su chi sta parlando, ascoltare e prendere consapevolezza del loro pensiero. Per un dialogo efficace, e di conseguenza anche un meeting efficace ci dev’essere il giusto bilanciamento tra il parlare e l’ascoltare. Vari studi hanno dimostrato che la famosa leadership collaborativa è la più efficace. Il motivo della sua efficacia è il coinvolgimento delle risorse nelle decisioni. Per potersi sentire coinvolte, le persone devono essere ascoltate e devono sentire che il loro punto di vista venga preso in considerazione. Così potranno sentirsi partecipi in un progetto più ampio, con obiettivi condivisi. Lo stesso vale per un leader. Un leader è efficace quando le sue risorse sono allineate con gli obiettivi aziendali, ma se i leader stessi non sono in grado di ascoltare, difficilmente questo potrà succedere. Se le nostre riunioni faticano ad essere produttive. Spesso troveremo che la risposta sta nel fatto che non ci siamo ascoltati reciprocamente.

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome