Per i centri commerciali è l’anno del Dragone

IN PRIMO PIANO – In Cina si concentra il 50% della pipeline di centri commerciali in costruzione con quattro città in cima alla classifica, a partire da Chengdu e Tianjin (da MARKUP 220)

Per l'articolo completo scaricare il Pdf

Mentre in Italia lo sviluppo dei centri commerciali segna il passo anche nel primo trimestre 2013, nel resto del mondo hanno costruito ben 32 milioni di metri quadrati nel 2012, +15% sul 2011. Secondo l'ultima ricerca condotta da CBRE, la crescita si è concentrata soprattutto nei mercati emergenti, Cina in prima fila.

Sviluppo in Cina
La Cina ospita la pipeline più ampia, che corrisponde a metà della superficie totale (16,8 milioni). Si trovano in Cina sette dei dieci principali mercati con il più alto numero di metri quadrati in costruzione: tra essi Chengdu con 2,9 milioni di mq e Tianjin con 2,1 milioni, seguiti da Shenyang, Chongqing, Wuhan, Guangzhou e Hangzhou che svilupperanno oltre un milione di metri quadrati nei prossimi tre anni. Fuori dalla Cina, fra le città emergenti nelle quali si registra un particolare fermento: Istanbul, Abu Dhabi, Bangkok, Mexico City, Hanoi, Kuala Lumpur, Mosca e San Pietroburgo.
Nei mercati più maturi, come quelli americano ed europeo occidentale, lo sviluppo è molto più debole. Fra le cause della rapida crescita nei mercati emergenti: aumento della classe media, crescente urbanizzazione delle città più grandi e richiesta da parte dei consumatori di luoghi per lo shopping più qualificati e moderni. I retailer internazionali sono disposti a pagare anche un canone più elevato pur di posizionarsi in location "prime".
Anche per quanto riguarda i progetti realizzati e portati a termine nel 2012, la ricerca evidenzia la presenza di quattro città cinesi nei primi cinque posti della classifica: Chengdu in testa con 616.000 mq totali, calcolati su quattro diversi progetti, seguita da Tianjin con 600.000 mq, compresi in cinque centri commerciali. Nonostante la presenza in queste aree di molti progetti, la popolazione in continuo aumento - si stima da 8 a 12 milioni - e la conseguente domanda potenziale, lascino spazio ancora a ulteriori e nuove opportunità di sviluppo.

Istanbul, Malesia e Vietnam
Anche fuori dalla Cina sono molti i progetti commerciali in costruzione. Al terzo posto, dopo le cinesi Chengdue e Tianjin, si trova Istanbul, città per metà asiatica e per metà europea, che sarà anche il mercato più attivo dal punto di vista dello sviluppo nei prossimi anni con 32 centri attualmente in costruzione. La maggior parte degli spazi sarà localizzata nelle nuove periferie della città, in strutture che ospiteranno contemporaneamente retail e residenziale, uffici e hotel.
In Malesia la popolazione più giovane, con reddito medio-alto e molto attenta alla moda occidentale, è un target commercialmente molto appetibile per retailer e società d'investimento. Questo potenziale permette a Kuala Lumpur di occupare il 9° posto nella classifica nei centri commerciali in costruzione. In India, nonostante un 2012 molto più tranquillo del 2011 e la posticipazione di molte aperture, si registrano 8 iniziative "under construction" a Nuova Delhi, mentre 14 centri, per un totale di 686.000 metri quadrati, sono già stati costruiti in città più piccole come Chennai, Bangalore e Hyderabad.
Il Vietnam non ha ancora un mercato maturo, ma evidenzia notevoli cambiamenti: Hanoi ha solo 300.000 metri quadrati di spazi in centri commerciali, ma ci sono ben 767.000 metri quadrati in costruzione in 11 centri commerciali che permettono alla capitale e al Paese di posizionarsi al quattordicesimo posto nella classifica.

Medio Oriente: la stella di Abu Dhabi
In Medio Oriente, Abu Dhabi ha sorpassato Dubai come mercato più attivo nella regione con 825.000 metri quadrati in costruzione, suddivisi in nove progetti.
In Europa, l'unico Paese con un mercato particolarmente attivo per sviluppo è la Russia che, come la Turchia, è in forte crescita economica: a Mosca la pipeline più ricca con 815.000 metri quadrati previsti nei prossimi due-tre anni. La città ha già molti centri commerciali, ma c'è spazio per nuovi progetti anche di alto livello per attrarre i retailer internazionali.
Il quarto posto tra i mercati più attivi in Europa è occupato da Kiev in Ucraina, con 445.000 metri quadrati in costruzione, divisi tra otto centri.

Allegati

220_Scenari_commerciali16

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here