Falsi: Usa pronta a responsabilizzare i marketplace come Amazon

Presentato il progetto di legge Shop Safe Act che obbliga ai rivenditori online a un nuovo controllo sulla contraffazione, soprattutto della Cina

È proprio di pochi giorni fa il risultato dell'indagine Altroconsumo sulla quantità (altamente significativa) di prodotti non a norma di legge e non sicuri venduti su marketplace online come Amazon ed eBay. Un fenomeno legato alla de-responsabilizzazione in tal senso di questi player prevista dalla legge attuale.

 

 

Negli Stati Uniti, però, dove al momento è prevista la stessa mancanza di responsabilità, la musica pare destinata a cambiare presto per quanto riguarda i falsi. Alcuni legislatori bipartisan della Camera dei Rappresentanti Usa hanno infatti presentato una proposta di legge, il Shop Safe Act, che imporrebbe a rivenditori appunto quali Amazon ed eBay un maggiore controllo su referenze contraffatte o dannose vendute dai rivenditori terzi.

 

 

Si tratta di un disegno che guarda soprattutto al monitoraggio dei numerosi falsi provenienti dalla Cina, ma che potrebbe rappresentare un'importante svolta anche per il Made in Italy e connesso "italian sounding". Non resta che da vedere se la legge, che al momento pare rappresentare a livello politico un'inusuale frutto di accordo trasversale, proseguirà il proprio percorso, facendo da interessante pietra di paragone anche in Europa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome