Retex acquisisce Connexia e le competenze complementari per crescere

Caprini Retex retail cina Coronavirus
Acquisita la quota di maggioranza della società di marketing e comunicazione per creare una value proposition unica sul mercato

Le competenze complementari sono necessarie per crescere nello scenario del newretail, un argomento centrale in uno dei nostri podcast #markuptech in cui è stato ospite il Ceo di Retex Fausto CapriniCosì, l'acquisizione della quota di maggioranza di Connexia, società di marketing e comunicazione, rende più concreto il disegno strategico della società che mira a creare esperienze di valore per i brand nello spazio fisico e digitale.

Obiettivo 100 milioni di euro

Connexia si appresta a conseguire, nel 2021, risultati superiori per oltre il 30% all’esercizio precedente, attestandosi oltre 23 milioni. Si consolida, quindi, un gruppo da 75 milioni di euro e 7,5 di Ebitda, che ambisce a raggiungere oltre 100 milioni di euro entro il prossimo esercizio.

Ma l'innovazione tecnologica è trasversale e non riguarda più solo il settore retail, è infatti comune a tutte le industry e in questa direzione si muove il Gruppo Retex con una proposta che comprende business & communication consultancy, tecnologia, trasformazione digitale, creatività, content, media, dati e martech.

A seguito dell'acquisizione è stato confermato il management team alla guida di Connexia: Paolo d’Ammassa come amministratore delegato, Massimiliano Trisolino e Andrea Redaelli, managing partner, rimangono azionisti e reinvestono in Connexia.

Le dichiarazioni di Caprini e D'Ammassa

"Connexia ci aiuterà a disegnare nuove storie di successo -dice Fausto Caprini, Ceo del Gruppo Retex– dove creatività, content, dati e media saranno perfettamente abbinate alla nostra consolidata competenza tecnologica, di digital transformation innovator in una practice, quella del retail, che deve essere intesa come una combinazione di tecnologie ed esperienze che permettano di abilitare una connessione sempre più 'human' tra marche e persone. Viviamo un momento di straordinaria trasformazione: vogliamo anticipare e governare i cambiamenti culturali che stanno travolgendo interi comparti, adottando percorsi di innovazione sostenibile a supporto dei nostri clienti; ecco perché l’acquisizione di Connexia assume una rilevanza strategica per Retex, portando nuove prospettive e differenti punti di vista, grazie a una combinazione di competenze e soluzioni unica sul mercato”.

“In Retex abbiamo trovato il nostro stesso spirito imprenditoriale -dichiara Paolo D’Ammassa, Ceo & founding partner di Connexia-, oltre all’approccio agile e di sperimentazione continua che da sempre ci contraddistingue e che ci ha permesso in tutti questi anni di accrescere il business e la reputazione di tutti i nostri brand clienti. Manterremo il nostro essere Società Benefit anzi, ci impegneremo a estendere lo status anche a Retex, con cui siamo allineati anche sui valori legati ai temi della diversità e dell’inclusione. Non vediamo l’ora di innovare ancora una volta, contribuendo al consolidamento di un gruppo di estremo valore, con un respiro più internazionale e con una value proposition unica sul mercato”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome