Ricerca BDO: eCommerce in crescita. I retailer aumentano gli investimenti

BDO, tra i principali network internazionali di revisione e consulenza aziendale, ha reso pubblico il suo più recente studio sul fenomeno

Il trend degli acquisti online è in aumento: solo negli Usa il valore complessivo delle operazioni ammonta a oltre 17 miliardi di dollari, +60% rispetto al 2015. Le aziende retail si allineano alle nuove abitudini dei consumatori. BDO, tra i principali network internazionali di revisione e consulenza aziendale, ha reso pubblico il suo più recente studio sul fenomeno. Il BDO's 2017 Retail Compass Survey of CFOs rivela, infatti, che il 68% dei Chief Financial Officer delle maggiori imprese Usa nel retail intendono dedicare nell’anno in corso più risorse, sia finanziarie sia professionali, ai loro canali eCommerce e in particolare ai canali “mobile”.  Per analizzare più in dettaglio il comparto del commercio elettronico, e fornire una visione prospettica dell’evoluzione delle risorse e delle dinamiche di investimento nel 2017, BDO ha stretto una partnership con Pitchbook, il più autorevole data software provider per operatori venture capital, private equity  e M&A a livello globale.

Secondo l’approfondimento BDO-PitchBook, gli investimenti di private equity (PE) nel settore sono cresciuti altrettanto vigorosamente, raggiungendo l'anno scorso 6,1 miliardi di buy-out completati, contro i 2,2 miliardi registrati nel 2015 e 300 milioni di dollari rilevati nel 2014.

Risulta elevata anche l'attività di M&A rilevata all'interno del segmento internet retail, con 155 operazioni portate a segno nel 2016 per un controvalore di oltre 13 miliardi di dollari registrando +22% di crescita dei volumi rispetto al 2015.

Secondo le stime della National Retail Federation statunitense, per l'anno in corso le vendite retail online aumenteranno con una quota compresa tra 8 e 12%, e un tasso di crescita tre volte più veloce che nel settore retail in generale. Le previsioni della NRF per gli store tradizionali fisici attestano invece la quota di crescita a circa il 3%.

Simone Del Bianco, managing partner di BDO Italia, spiega: "I rivenditori tradizionali stanno facendo grandi investimenti in tecnologia, sia negli store fisici sia nell'eCommerce non solo per offrire un'esperienza multi-canale, ma anche per consentire al consumatore un approccio più olistico al brand. Macy's e Target. per esempio, hanno stretto una partnership con la startup e-retail ThredUp, consentendo ai consumatori di donare abbigliamento usato alla piattaforma ThredUp in cambio di credito presso i propri store fisici. Alcuni retailer dell’abbigliamento, come Urban Outfitters, stanno collaborando con startup tecnologiche per utilizzare la tecnologia dei beacon instore raccogliendo informazioni in tempo reale sulle preferenze di acquisto e sul flusso dei propri clienti. Allo stesso tempo, gli e-retailer puri si stanno espandendo in controtendenza nel mondo fisico". E aggiunge: “Interessante notare come i grandi retailer Usa, la cui presenza nei mercati europei è sempre più significativa, stiano valutando di portare l’esperienza instore al livello successivo. Secondo le analisi BDO, 1 retailer su 2 prevede di investire nella riqualificazione e/o nel rimodellamento dei propri store. Allo stesso tempo, la maggioranza, il 70%, si sta concentrando sull’online, investendo più capitale nel commercio elettronico e nei canali mobile".

Per restare al passo, molti operatori retail stanno spostando il loro radar verso modelli di eCommerce basati su sottoscrizione/abbonamento o verso startup che implementino questo tipo di servizi per il settore.

 

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome