Rizzoli Emanuelli: l’impennata dell’export

Cresce all'estero l'azienda Rizzoli Emanuelli che registra uno sviluppo delle esportazioni e un notevole incremento delle vendite

Nell’ultimo anno le vendite internazionali dell'azienda di conserve ittiche hanno fatto registrare picchi significativi: + 29,1 % a valore e 42,1% a volume.

 

 

L’Europa è il mercato dove il posizionamento di Rizzoli Emanuelli ha raggiunto i maggiori parametri di sviluppo + 35% a valore, tra i paesi top seller delle specialità ittiche spiccano: la Svizzera, la Romania, il Belgio, l’Olanda, la Francia e il Lussemburgo. Nel resto del mondo, l'azienda incrementa le vendite in Canada, Brasile e negli Stati Uniti, prevalentemente nel canale retail che apprezza e valorizza i prodotti gourmet di qualità premium.

 

 

La proposta per i mercati esteri è personalizzata e articolata in base al Paese di riferimento con etichette tradotte nella lingua di riferimento e pack in linea con i gusti e le richieste dei vari mercati, come le confezioni di alici da 23 g o il secchiello da 440 g per il mercato giapponese. In linea generale, la società ha introdotto le vaschette per le confezioni monodose e filetti facilmente estraibili.

L’obiettivo è consolidare ulteriormente il posizionamento internazionale di Rizzoli Emanuelli nei mercati già presidiati e inserire le nostre referenze in nuovi paesi” afferma Cinzia Romeo, export manager di Rizzoli Emanuelli.

I prodotti più venduti

Le alici in salsa piccante sono tra i prodotti più venduti così come i Filetti di Alici in olio extravergine di oliva nella caratteristica latta dorata, ma anche le Cantabriche e le Rizzoline della linea I Mari dell’Eccellenza. Buone anche le performance del tonno nel vaso in vetro e della linea Oblò del mare, tonno e sgombro grigliati e racchiusi in un pack a vista facile da aprire grazie al metodo easy peel.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome