Scalo Milano Outlet & More viene incontro alle esigenze dei retailer limitando il pagamento del canone alla sola parte variabile, la percentuale, cioè, del rent sui ricavi

In attesa dell’avvio della fase di progressiva normalizzazione delle attività commerciali, Scalo Milano Outlet & More. Per questo motivo l’outlet ha deciso di recepire le richieste dei brand partner e delle associazioni di categoria offrendo ai primi nuove condizioni che consentano alle aziende di concentrarsi sul rilancio potendo contare su maggiori risorse di liquidità alla ripartenza.

 

 

Gli azionisti di concerto con la direzione hanno deciso di convertire il pagamento dei canoni di locazione, fino a dicembre 2020, in una forma più consona all’attuale circostanza privilegiando la parte variabile. I partner, attraverso questo provvedimento, si impegneranno a sostenere Scalo Milano Outlet & More pagando, quindi, una percentuale sul fatturato per i restanti trimestri del 2020.

"Abbiamo voluto puntare fortemente sul futuro del progetto outlet –dichiara Davide Lardera, amministratore delegato di Scalo Milano Outlet & More– estendendo i primi provvedimenti presi. Crediamo che questa decisione possa offrire respiro ai nostri brand partner e contribuire alla rifocalizzazione sul futuro del nostro centro. È una sfida difficile, ma i nostri azionisti hanno dimostrato ancora una volta senso di visione prospettica e volontà di fare un investimento importante per consolidare ulteriormente la relazione con i nostri partner nel lungo periodo".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome