Scalo Milano, non solo shopping, anche ristorazione

Scalo Milano presenta alcune novità anche nel campo della ristorazione: fra le quali Doppio Malto Fabbrica di Birra. La tendenza è quella di sviluppare anche nei Factory Outlet Centre l'area ristorativa. A dicembre 2016, a Valmontone (Roma) viene inaugurata una grande food court

scalo milanoScalo Milano, la nuova destinazione per gli acquisti inaugurata la settimana scorsa a Locate Triulzi (Mi), ha al suo interno, in posizione quasi baricentrica, una piazza della ristorazione sviluppata in sottopiano, nella quale spiccano insegne della ristorazione veloce, come Mc Cafè, La Piadineria, Spontini, e Doppio Malto Fabbrica di Birra, quest'ultimo con il suo primo format aperto al pubblico all'interno di un insediamento commerciale di questo tipo, specializzato in birra artigianale prodotta sul posto, e piatti freschi. In realtà, la birra verrà prodotta dal birrificio di Erba, ma rimarranno i caratteristici contenitori in rame per la fermentazione/bollitura che danno il senso di un vero birrificio.
Proponiamo qui una breve intervista a Giovanni Porcu, fondatore di Food Brand, gruppo con alle spalle oltre 10 anni di esperienza nella gestione dei progetti in affiliazione (Porcu è fra l'altro ancora un franchisee di Old Wild West), ora specializzata nella progettazione di nuovi format di ristorazione fortemente orientati al prodotto e, là dove possibile, all’integrazione dei processi produttivi all’interno dei punti vendita.
La fabbrica di birra Doppio Malto produce 10 tipologie di birra, oltre a quelle barricate, in costante crescita grazie a un lavoro continuo di ricerca e selezione delle migliori materie prime insieme a un meticoloso lavoro di sperimentazione presso la fabbrica principale di Erba, che sarà presto ampliata per raggiungere livelli produttivi più elevati così da accompagnare lo sviluppo della catena.
Le prossime aperture Doppio Malto Fabbrica di Birra nel 2016 saranno a: Castelletto Ticino, Verona e Vigevano. Nel 2017 sono già in programma altre 8 aperture.
Scalo Milano segna da questo punto di vista una tendenza già affermata ma sempre più consolidata, quella di attivare all'interno dei Foc nuove aree ristorative: è un format storicamente non presente nel concept originario dei Foc, ma che le attuali tendenze del mercato rendono assolutamente necessario.
I limiti, nel caso di Scalo Milano, ipotizzabili sulla base della nostra visita, riguardano l'efficacia protettiva delle coperture antipioggia (se piove bisogna stare dentro i locali, perché i Foc non hanno gallerie coperte) e la capacità di gestire i flussi nelle ore di punta che però non dovrebbero replicare la congestione registratasi durante l'inaugurazione.
La bresciana Promos che ha curato tutta la parte concettuale e commerciale di Scalo Milano, sta preparando l'inaugurazione della nuova food court di Valmontone, a Roma, uno dei più grandi Foc europei.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here