Security Summit Academy: dal Clusit un format per le imprese

ENISA_CLUSIT_CYBER
Formazione e prevenzione costituiscono il binomio per affrontare le sfide di Cyber Security imposte da Covid-19

Clusit, l’Associazione per la Sicurezza Informatica in Italia, in collaborazione con Astrea, Agenzia di Comunicazione e Marketing, ha lanciato la Security Summit Accademy, ovvero una serie di appuntamenti formativi online sulle tematiche più rilevanti ed urgenti del mondo della Cyber Security. Sono stati programmati degli “atelier formativi” in streaming, della durata di 50 minuti l’uno, aperti gratuitamente a tutti, che prevedono la partecipazione di esperti Clusit e la possibilità di interagire per i partecipanti. In agenda vi sono i temi più attuali della sicurezza cyber, con riferimento al particolare momento di emergenza sociale ed economica che l’intera comunità tech sta affrontando. Infatti, dopo una sessione “zero” sul tema dell’IoT, Security Summit Academy aprirà i suoi lavori con l’organizzazione del primo “atelier” mercoledì 15 aprile 2020 alle ore 15, che sarà dedicato alla “psicologia del cybercrime”: “Quanto durerà la psicologia del cybercrime?”. Seguiranno diversi altri appuntamenti, aventi lo scopo dichiarato di aiutare a fare chiarezza in un ambito molto complesso e spesso visto come un freno all’agilità e alle prestazioni aziendali. Oggi, però, la sensibilità sul tema sta cambiando sempre più e vi è coscienza della necessità di affrontare l’emergenza sanitaria da Coronavirus sotto un duplice aspetto: da un lato saper governare il presente in modo da non incappare in minacce create ad hoc per approfittarsi dello stato di crisi, dall’altro saper sfruttare questa spinta forzata all’innovazione in ottica di prevenzione ed avanzamento dei propri standard di sicurezza (oltre agli obblighi di legge), per fare in modo che il Covid-19 non avrà lasciato solo “macerie” per il futuro.

 

 

È interessante ricordare come, nell’ottica di direzionare tutti gli sforzi verso un orizzonte comune, anche Cyber Europe 2020, ovvero il programma biennale di esercitazioni paneuropee volte a testare i livelli di cyber sicurezza a fronte di minacce globali organizzati a partire dal 2010 dalla European Union Agency for Cyber Security (ENISA), si concentreranno sul mondo della sanità e sulle dinamiche che le sono proprie.

La stessa Agenzia dell’UE per la Cyber Security (ENISA) ha, inoltre, recentemente pubblicato un vademecum in 10 punti con dei suggerimenti per le PMI e i cittadini per essere sicuri quando si acquista e si vende online in questo particolare frangente di emergenza sanitaria. I suggerimenti in questione spaziano dall’assicurare la protezione della connessione e dei propri asset digitali (dalle password alle infrastrutture web come il proprio sito) fino all’aggiornamento dei sistemi informatici utilizzati, in modo che siano salvaguardati con delle versioni di antivirus funzionali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome