Gel igienizzanti e mascherine: nuovi business per le aziende Lcc_aggiornato al 23 aprile

Dal settore liquori a quello della cosmesi, da quello dei profumi all'home fashion, molti i produttori che realizzano, e donano, igienizzanti mani per contrastare il #Coronavirus

Cresce il numero delle imprese, di diversi settori commerciali, che decidono di scendere in campo per sostenere la lotta al Covid-19, riconvertendo parte della propria produzione in prodotti igienizzanti o mascherine da consegnare alle comunità e agli enti. E’ quello che hanno fatto, per esempio, due realtà del comparto liquori e grappe come Illva Saronno e Nardini, così come un player del segmento integrazione, dispositivi medici e cosmetica quale Labomar e L'Occitane, o dei profumi come Morris o, ancora, un nome dell'home fashion quale Mirabello Carrara.

 

 

Illva Saronno, conosciuta per l’originale Liquore Disaronno, ha trasformato 100.000 bottigliette formato mignon 50 ml del brand Disaronno in confezioni tascabili di gel igienizzante, da donare alla Fondazione Banco Farmaceutico onlus. Insieme, Illva Saronno e Fondazione Banco Farmaceutico distribuiranno i gel igienizzanti a nove enti assistenziali che, in tutta Italia, offrono cure e medicine alle persone povere. I prodotti igienizzanti verranno distribuiti inoltre al Comune di Saronno, comuni limitrofi ed ai dipendenti di Illva Saronno.

Nardini, la più antica distilleria d’Italia, ha convertito una propria linea di produzione per sviluppare e donare una soluzione igienizzante a base di alcol etilico, in formato tascabile nebulizzabile a 79 gradi (gradazione che richiama il 1779, anno della fondazione dell’azienda). Nardini donerà l’alcol igienizzante all’ospedale San Bassiano di Bassano del Grappa e all’ospedale Ca’Foncello di Treviso, territori dove l’azienda ha rispettivamente il quartier generale ed il principale stabilimento di distillazione. Inoltre, l’alcol igienizzante verrà donato anche all’Associazione Nazionale Alpini per l’ospedale da campo di Bergamo. A livello nazionale, la soluzione verrà omaggiata a seguito di tutti gli ordini effettuati online attraverso la piattaforma eCommerce dell'azienda, nel formato tascabile 10 cl a partire da venerdì 3 aprile (fino ad esaurimento scorte).

Labomar, azienda trevigiana produttrice di integratori alimentari, dispositivi medici e cosmetici, in due settimane ha riadattato le linee di produzione per realizzare gel disinfettanti, di cui sono già pronti i primi 10.000 pezzi. I flaconcini da 50 ml (a cui si aggiungeranno anche quelli da 80 ml e 300 ml) saranno donati alle istituzioni locali. In particolare, l'azienda garantirà la fornitura di gel disinfettanti fino a tutto il perdurare dell’emergenza da Covid-19 alle caserme e a Carabinieri della provincia di Treviso.
Gli ordini di prodotto su larga scala, sopra i 2.000 pezzi, saranno gestiti direttamente da Labomar con distribuzione in tutta Italia. La linea, che resterà operativa fino a quando continuerà l’emergenza Coronavirus, può produrre fino a 80.000 pezzi a settimana.

Morris, realtà attiva nella produzione e commercializzazione di profumi, ha riconvertito una delle sette linee attive presso il proprio stabilimento di Parma – con la possibilità di estendere la riconversione a una seconda linea – per la produzione di gel igienizzanti per mani. Se realizzano 8.000 unità al giorno, una parte delle quali verranno donate alle strutture ospedaliere e ai presidi sanitari.

Gruppo L'Occitane, player di riferimento mondiale nella produzione di cosmetici, ha riassegnato parte dei suoi stabilimenti alla produzione di 70.000 litri di gel idroalcolico. I prodotti saranno messi gratuitamente a disposizione delle autorità e del personale sanitario in Francia e in altri Paesi dell’Europa, inclusa l'Italia. Inoltre la multinazionale ha distribuito al personale dell'Assistenza Pubblica degli Ospedali di Parigi anche 25 000 saponi e creme per le mani.

Dalla fine di maggio, saranno disponibili sul mercato anche le mascherine a tre strati, lavabili e riutilizzabili, dell'azienda Mirabello Carrara. La società, sinonimo di eccellenza nella produzione di biancheria da letto, ha deciso di mettere la propria esperienza nel settore tessile al servizio della produzione di questi dispositivi di protezione individuale. Le mascherine Mirabello Carrara sono in finissimo tessuto di puro cotone, sottoposto a uno speciale trattamento idrofobico e antimicrobico per garantirne la sicurezza. Lo strato interno filtrante è invece in Tnt in polipropilene. Questi prodotti sono riutilizzabili previo lavaggio: sono in grado di mantenere inalterate le proprietà antimicrobiche e idrofobiche fino a 30 lavaggi a 40 gradi, in lavatrice o a mano.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome