Sui social si parla già di Black Friday e Natale: ecco come saranno gli acquisti

Secondo l'analisi di Blogmeter gli italiani stanno pensando già ai regali, tra ansie e nuove sensibilità. I più citati Amazon, Asos o Ebay

Ogni anno al Natale si inizia a pensare sempre prima, sia come consumatori che in termini di marketing: non a caso in Italia lo stesso Black Friday è diventato ormai un atteso appuntamento di shopping pre-festivo. Questo 2020 non fa eccezione e anzi, complice un probabile desiderio di proiettarsi a un'atmosfera più festosa in tempi poco bucolici, vede le conversazioni sui social già proiettate in questa direzione.

 

 

Ad effettuare un'indagine sul tema è stata Blogmeter dal 1° agosto al 23 settembre: su un totale di circa 120mila messaggi analizzati, circa 15mila conversazioni hanno avuto al centro il Natale già verso la fine di agosto, per arrivare al picco massimo a metà settembre.

 

 

Sempre più acquisti online e sempre prima

Tra i retailer più citati ci sono Amazon, Asos o Ebay, soprattutto in relazione ai prossimi Prime Days e Black Friday. Intanti, sui profili degli influencers iniziano a comparire i primi unboxing dei calendari dell’Avvento e i primi contenuti che parlano di “idee regalo”.

Stando inoltre a una seconda ricerca di Blogmeter (1.500 responsabili di acquisto di età compresa tra i 18 e i 74 anni), l’81% degli intervistati si dichiara pronto a mantenere l'abitudine alle spese online acquisita durante il lockdown anche nei prossimi mesi (qui un'approfondimento sul ruolo odierno dell'eCommerce). Un dato rilevato prima dell'attuale peggioramento della situazione sanitaria con relative restrizioni e che quindi è tutto destinato ad aumentare.

Gli acquisti per le festività, insomma, si preannunciano più che mai digitali e sempre più anticipati anche per una questione organizzativa, essendo ormai i consumatori ben consci dei picchi e relativi tempi di attesa che si raggiungono in prossimità delle date calde.

I punti strategici su cui fare leva per vendere


Come ormai da tipica "divisione" festive, da un lato le conversazioni a tema natalizio analizzate da Blogmeter portano in luce un sentimento positivo (48,6% circa), mentre dall'altro vi è un 43,55% di conversazioni in negativo. Il fronte negativo è riconducibile principalmente alla classica "ansia da regalo", dalla quale però emergono interessanti sensibilità in parte nuove. Tra queste, il timore di fare doni poco sensibili alla diversity, ma anche la paura che un animale domestico regalato sia successivamente abbandonato. Si tratta di dati e percezioni interessanti per orientare correttamente le proprie strategie di comunicazione oltre la retorica tradizionale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome