Tesco lancia la gamma di verdure “brutte” per diminuire gli sprechi

In 200 store arrivano i prodotti Perfectly Imperfect, contraddistinti da estetica meno attraente, nell’ambito di un più ampio progetto di riduzione dei rifiuti.

Sono oltre 50mila le tonnellate di cibo che Tesco getta via ogni anno, di cui 30mila ancora commestibili secondo le stime del retailer. Questa la ragione che ha spinto la catena di supermercati inglese a optare per l’introduzione in store di una gamma di verdure e tuberi Perfectly Imperfect, esteticamente poco attraenti e come tali normalmente destinati allo scarto.

 

 

tescoL’iniziativa partirà giovedì all’interno di 200 store e inizialmente coinvolgerà patate e pastinaca, per essere poi estesa nei prossimi mesi a un totale di 15 prodotti tra cui carote e mele. Nel frattempo, nell’ambito di un più ampio programma di riduzione dello spreco alimentare, Tesco ha annunciato che entro la fine del prossimo anno destinerà tutto il fresco indesiderato in beneficenza.

In linea con tale impegno, il retailer ha esteso da 14 a 100 negozi la partnership con Fareshare, realtà che si occupa di ridistribuire il cibo. Per la fine del 2016, inoltre, il proposito è di estendere tale collaborazione a tutti gli 800 supermercati più grandi.

Una scelta in ottica sostenibile quella di Tesco, che impatta positivamente anche su finanze in difficoltà e su un’immagine che si vuole migliorare, anche a seguito di critiche subite in merito al trattamento dei fornitori. La strategia comunicativa della catena sta infatti vivendo un momento di investimenti e rilancio, a partire dal recente focus su Twitter con lo strumento Promoted Moments e dall’utilizzo dei social media per “ridare freschezza” al reparto surgelati.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome