Top 100 del lusso: un terzo parla italiano

Lvmh, Richemont e The Estée Lauder: così si presenta il podio della top 100 dei colossi mondiali dei beni di lusso. A decretarlo è il report Global Powers of Luxury Goods di Deloitte che analizza a consuntivo i risultati registrati nello scorso anno fiscale dai cento più grandi gruppi mondiali del lusso. Il fatturato generato complessivamente ammonta a 214,2 miliardi di dollari nonostante gli impatti negativi dovuti alle fluttuazioni delle valute e ai cambiamenti strutturali. Di questi, il gruppo francese Lvmh ne mette a segno quasi 22 miliardi di dollari, circa il doppio rispetto al secondo classificato. I primi 10 gruppi rappreseLusso_top100_2015_1ntano approssimativamente il 50% del fatturato originato complessivamente dalle top 100. Scorrendo la classifica, si evidenzia che un terzo delle aziende sono italiane. La prima impresa italiana in graduatoria è Luxottica, posizionata al 5° posto con un fatturato di poco meno di 10 miliardi di dollari. Seguono Prada, in 15° posizione, con circa 5 miliardi di dollari e Giorgio Armani, in 23° posizione, con circa 3 miliardi di dollari. I 29 gruppi nostrani rappresentano il 16,5% del fatturato complessivo: un risultato che posiziona l’Italia al terzo posto in termini di fatturato, dopo Francia (con uno share di 23,2%) e Usa (20,5%). Nei prossimi anni ci sarà una significativa evoluzione degli aspetti chiave del settore del lusso a livello globale - commenta Patrizia Arienti, DTTL EMEA Fashion and Luxury Leader di Deloitte -. I flussi turistici stanno trasformando il concetto di ‘confine nazionale’; i valori e le abitudini dei Millennials, i nuovi consumatori del lusso, stanno delineando le strategie distributive future e la competizione è sempre più guidata da innovazione tecnologica e capacità di generare positivi impatti sulla società. I brand mondiali del lusso dovranno essere in grado di cogliere tutti questi cambiamenti in atto, per poter rivedere le proprie strategie alla luce di un nuovo scenario di mercato".

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome