Un caro saluto

Gli opinionisti di Mark Up (da Mark Up n. 267)

Amici, questa è l’ultima occasione per rivolgermi a voi. Dopo tanti anni lascio la presidenza di Federdistribuzione. Sono stati anni intensi e appassionanti, nei quali ho cercato di lavorare, insieme ai miei colleghi, per dare riconoscibilità, autorevolezza e reputazione al settore della Dmo. Senza voler tracciare un bilancio, posso dire che molte cose sono state fatte, altre si sono impostate e devono essere concluse, altre ancora sono da affrontare. Durante questa strada il rapporto con Mark Up non è stata solo un’opportunità per raggiungere con riflessioni e racconti una comunità, ma ha rappresentato anche, e forse soprattutto, un momento nel quale per me riflettere su temi e pensieri, arrivando al nocciolo vero della questione. Un elogio, quindi, alle mitiche 1.700 battute, lo stimolo giusto per la ricerca della sintesi più efficace. Nel corso del tempo abbiamo affrontato argomenti economici, spaziando dalle liberalizzazioni alle prospettive di sviluppo del Paese, dall’evoluzione dei consumi e del risparmio alle forme di pagamento, alla reverse charge e ai provvedimenti sull’energia, spingendoci fino agli effetti delle recenti misure fiscali di Trump. Non ci siamo sottratti ad alcuni commenti più politici, esponendoci sulle Leggi di Bilancio, sul rapporto Stato-Regioni e, più in generale, sul ruolo degli enti locali, sull’arretratezza del Mezzogiorno e sul consumo del suolo. Ma il focus è sempre stato rivolto al nostro settore, analizzandone risultati e potenzialità, ponendone in evidenza le sfide più alte, tra cui i cambiamenti nelle abitudini dei consumatori, l’eCommerce e l’ondata di tecnologia e digitalizzazione con un occhio di riguardo ai temi del lavoro e alla sostenibilità e Rsi. Voglio dunque ringraziare la redazione di Mark Up, e in particolare l’amica Cristina Lazzati, per avermi offerto questa finestra sull’Italia e sul mondo: per me un buon ricordo di un impegno piacevole. Un saluto a tutti.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome