Unicoop Firenze approda su Eppela con Sostieni San Paolo

sostieni_san_paolo eppela
La campagna di raccolta fondi Sostieni San Paolo è stata lanciata per il restauro della Chiesa di San Paolo a Ripa d’Arno. Sarà attiva fino al 30 ottobre

Approda su Eppela, la prima piattaforma italiana di crowdfunding basato sul sistema delle ricompense (reward based), la campagna di raccolta fondi Sostieni San Paolo lanciata da Unicoop Firenze per il restauro della Chiesa di San Paolo a Ripa d’Arno.

Prima di rivolgersi a Eppela, la campagna è stata avviata lo scorso aprile con gli itinerari di visita nel cuore di Pisa e con la possibilità di donare punti o euro alle casse dei supermercati di Unicoop Firenze. Da oggi al 30 ottobre la cooperativa si lancia, invece, a piè pari nel mondo digitale e fa il suo ingresso sul sito www.eppela.com/sostienisanpaolo permettendo ai clienti di documentarsi sul progetto, sfogliare l’album di foto e scoprire le opere custodite nella chiesa, volare con un drone sopra all’edificio e ai tetti della città e, ovviamente, contribuire in favore del progetto.

Vantaggi per chi sostiene la campagna. Nella logica di Eppela, a tutti coloro che effettueranno un’offerta, sarà riconosciuta una ricompensa, che spetta a tutti quelli che condividono le finalità di un’iniziativa e che, contribuendo alla sua causa, entrano a fare parte di una, piccola o grande, comunità. Come recita il sottotitolo della campagna, “più grande è il contributo, maggiore sarà la ricompensa”. Si va, quindi, dal ringraziamento pubblico con ricetta tipica pisana in omaggio, alla registrazione del proprio nome in un registro dei benefattori conservato nella chiesa, a un giro in battello sull’Arno per due persone. Con il salire del livello economico della donazione, in aggiunta alle precedenti ricompense, è prevista una visita guidata della chiesa per due persone, un tour a cavallo nel parco di San Rossore e uno organizzato in una zona dell’area pisana a scelta, con degustazione di prodotti locali per due persone. Ai grandi benefattori, infine, sarà riservato uno scatto fotografico d’autore del Duomo vecchio, come tutti chiamano familiarmente la chiesa di San Paolo.

Appuntamenti in programma. Sono inoltre state attivate le sezioni soci dell’area pisana che, da giugno, promuovono la raccolta fondi con punti informativi negli spazi Coop e tante iniziative territoriali in corso di organizzazione. Il calendario prevede un’estate di eventi a cielo aperto destinati a tutta la cittadinanza: il 18 giugno, nella cornice del Parco di San Rossore, è in programma una merenda per i soci del territorio, organizzata dall’Ente Parco di San Rossore in collaborazione con le cooperative di Legacoop; il 29 Giugno, nella piazza antistante la Chiesa di San Paolo, è prevista una cena allestita dalla sezione soci di Pisa in occasione della giornata dedicata ai Santi San Pietro e Paolo, mentre nel mese di luglio la cittadinanza è invitata a una cena organizzata all’interno dell’Arcivescovado. A settembre, in concomitanza con l’inaugurazione del Festival Arno 2016, le attività continueranno con concerti ed eventi in collaborazione con il Teatro Verdi di Pisa.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAgenzia del Demanio e Touring Club firmano protocollo d’intesa
Articolo successivoNielsen: i desiderata dei consumatori
Vivo e lavoro in Sicilia, terra di spiazzanti contrasti e di straordinarie virtù. La cronaca mi ha battezzato, il retail mi ha conquistato. Seguo l’evoluzione e lo sviluppo delle insegne food e non food sul territorio. Amo libri, teatro e cinema in egual misura. E scrivo per lavoro e per passione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here