Zalando, risultati 1° trimestre 2018

Rubin Ritter, co-Ceo di Zalando
Rubin Ritter, co-Ceo di Zalando
Nel primo trimestre 2018 le vendite di Zalando hanno sfiorato 1,2 miliardi di euro, +22% rispetto allo stesso periodo 2017. Quasi 7 clienti su 10 accedono al sito tramite dispositivo mobile

Nel primo trimestre 2018 Zalando, uno dei leader nella vendita online a livello europeo nel campo della moda, ha registrato un fatturato di quasi 1,2 miliardi di euro (1.196 milioni) +22% rispetto allo stesso periodo 2016.
L’ebit rettificato è di 0,4 milioni di euro, in sostanziale pareggio. La società conferma per l’intero anno ricavi al 20-25% e un Ebit corretto tra 220 e 270 milioni di euro.

"La crescita è la nostra priorità –commenta Rubin Ritter, Ceo di Zalando – e questo è esattamente quello su cui ci siamo concentrati nel primo trimestre, nonostante il difficile contesto del mercato della moda. Un avvio ritardato della stagione primavera/estate fa pressione sull'industria, tuttavia, abbiamo gli occhi puntati sui nostri obiettivi di crescita".

Nel primo trimestre, Zalando ha lanciato con successo la categoria dei prodotti per la bellezza in Germania, oltre 4.000 prodotti di 130 marchi diversi, inizialmente incentrati su cosmetici e cura della pelle per le donne. "La bellezza è la prima categoria che abbiamo lanciato in quattro anni e siamo partiti con inizio promettente –aggiunge Ritter–. Vediamo una grande opportunità per completare il nostro assortimento e rafforzare la nostra posizione come destinazione unica per la moda e lo stile di vita".

Il numero di clienti attivi è salito a 23,9 milioni (+16,7%). In media ogni cliente attivo ha fatto quattro ordini con Zalando negli ultimi dodici mesi. I clienti accedono principalmente a Zalando dai dispositivi mobili, che rappresentano il 76,6% degli accessi nel primo trimestre.

Dal 1° gennaio 2018, Zalando ha cambiato la struttura di gestione interna. L'attenzione è ora principalmente focalizzata sui canali di vendita piuttosto che sulle regioni geografiche. Questo cambiamento è finalizzato ad aumentare il livello di responsabilità e il processo decisionale all'interno dei singoli canali di vendita. "Nella nuova configurazione il nostro canale di vendita principale continua ad essere Fashion Store (negozi online di Zalando) –spiega Ritter –. L'altro segmento comprende l'Offprice (Zalando Lounge, outlet e gestione di overstock), l'etichetta privata che offre zLabels e varie aziende emergenti. Per garantire la continuità delle segnalazioni sul mercato dei capitali, Zalando continuerà a segnalare volontariamente una scomposizione dei risultati all'interno del Fashion Store in Dach e nel resto d'Europa".

Mentre la segnalazione era precedentemente su base consolidata, dal 1° gennaio 2018 in poi saranno riportati i ricavi e la redditività generati con i partner commerciali esterni, nonché le transazioni interne tra i segmenti di Zalando. In seguito a questa modifica, il reporting di settore è stato integrato da una colonna di riconciliazione per riconciliare le cifre del segmento (incluse le transazioni interne ed esterne) con le cifre del gruppo consolidato (che mostrano solo le transazioni esterne).

  Q1 2018 Q1 2017 (1)
Entrate del gruppo (mln euro) 1.196,0 980,2
% crescita 22,0 23,1
Magazzino di moda 1.093,9 908,8
% crescita 20,4 -
           DACH 2 552,0 475,0
            % crescita 16,2 -
           Resto dell’Europa 3 541,9 433,8
             % crescita 24,9 -
Altro 4 220,2 156,7
% crescita 40,5 -
Riconciliazione (118,1) (85,4)
EBIT di gruppo rettificato 5 0,4 20,3
Margine EBIT rettificato di gruppo 0,0% 2,1%
Magazzino di moda (0,2) 16,4
% adj. margine 0,0% 1,8%
            DACH 16,6 36.4
            % adj. margine 3,0% 7,7%
           Rest of Europe (16,8) (20,1)
            % adj. margine (3,1%) (4,6%)
Altro 0,2 3,9
% adj. margine 0,1% 2,5%
Riconciliazione 0,4 0,0
Capitale circolante netto (34,8) (97,7)
Spese in conto capitale 41,8 77,8
Reddito netto (15,0) 5,1

 

  1. Nuova struttura del segmento dal 1 ° gennaio 2018 in poi. Gli esercizi finanziari 2014-2016 non sono stati riformulati.
    2. Fashion Store DACH è composto da Germania, Austria e Svizzera.
    3. Fashion Store Rest of Europe include tutti gli altri paesi in cui Zalando attualmente gestisce i suoi negozi online.
    4. Tutti gli altri canali di vendita sono raggruppati nel segmento Altro, che comprende "Offprice" (Zalando Lounge, outlet e gestione di overstock), l'etichetta privata che offre zLabels e varie aziende emergenti.
    5. Anticipazioni per pagamenti basati su azioni regolati con azioni e effetti derivanti da transazioni commerciali che non si ripetono regolarmente.

Gruppo Zalando - Indicatori chiave di prestazione

  Q1 2018 Q1 2017 Modificare
Visite in loco (mln) 6 713,5 617,6 15,5%
Condivisione di visite mobili (% delle visite al sito) 7 76,6 68,8 7,8 pp
Clienti attivi (mln) 8 23,9 20,4 16,7%
Numero di ordini (mln) 9 25,4 19,9 27,8%
Ordini medi per cliente attivo (n.) 4,0 3,6 11,9%
Dimensioni medie del paniere (euro) 10 60,3 63,0 (4,4)%
Organico (n. addetti) 15.418 12.583 22,5%

 

  1. Numero di serie di pagine viste dallo stesso dispositivo e dalla stessa fonte (tramite siti Web, siti mobili, siti tablet o app). La serie è considerata conclusa quando una visualizzazione di pagina non viene registrata per più di 30 minuti.
  2. Tablet, siti mobili e app.
  3. Numero di clienti che hanno effettuato almeno un ordine negli ultimi dodici mesi indipendentemente da cancellazioni o resi.
    9. Numero di ordini dei clienti effettuati nel periodo di misurazione indipendentemente da cancellazioni o resi. Un ordine viene conteggiato il giorno in cui il cliente effettua l'ordine.
    10. Entrate transazionali (Iva inclusa e volume transazionale del Programma Partner) dopo annullamenti o resi divisi per il numero di ordini.

 

 

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome