Risultati positivi per Zanetti nel primo semestre 2019

Massimo Zanetti Beverage Group chiude il primo semestre del 2019 con un margine di crescita che sfiora i 40 milioni di euro (+5,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso) e ricavi per 439,5 milioni.

Un risultato dovuto principalmente a due fattori: il calo del prezzo della materia prima (-1,7%) e l'acquisizione del business e degli asset delle australiane “The Bean Alliance”.

Massimo Zanetti, presidente e amministratore delegato, si dice fiducioso per "una seconda parte dell’anno in accelerazione" e conferma "le aspettative di crescita della redditività per l’esercizio in corso”.

Per il Gruppo quest’anno è prevista una leggera crescita dei ricavi come conseguenza del miglioramento del mix di prodotto e canale e di una crescita dei volumi in linea con il trend dei mercati di riferimento, nonostante nei primi sei mesi dell’anno i ricavi realizzati nelle Americhe abbiamo registrato una flessione del 3,5% rispetto al primo semestre 2018, mentre quelli del Sud Europa abbiano subito un decremento del 6,2%, dovuto all’adeguamento dei prezzi di vendita del caffè tostato nel canale Private Label e al timing legato all’introduzione della rinnovata gamma di prodotti Segafredo nel canale Mass Market in Italia.

A crescere (+15,8%) sono invece l’area Asia-Pacifico e il segmento Cafés, che include anche i ricavi generati dalla rete internazionale di caffetterie.

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome