Un’accademia di formazione innovativa. Il caso Olitalia.

IL CONTESTO

180 milioni di fatturato, 130 dipendenti, oltre 96 milioni di litri prodotti all’anno, esportati in più di 120 Paesi nei 5 continenti. Questi sono alcuni dei numeri che posizionano il Gruppo Olitalia tra i leader del mercato mondiale del settore olio e aceto. Fondata a Forlì nel 1983, l’azienda ha saputo affermarsi in Italia e nel mondo grazie all’altissima qualità dei prodotti e l’ampia gamma di specialità oleari (dall’olio d’oliva, all’olio di semi, agli aceti balsamici) diventando oggi eccellenza sul mercato di riferimento. Da oltre 30 anni il Gruppo si pone una mission chiara: far vivere esperienze uniche di gusti, sapori e profumi che portino la qualità, il benessere e l’eccellenza Made in Italy sulle tavole e cucine di tutto il mondo.

L’ESIGENZA

Da sempre l’impegno dell’azienda è quello di garantire gusto e benessere, impiegando solo materie prime selezionate e certificate e soprattutto ponendo costante attenzione all’innovazione.
Innovazione, appunto, che si delinea non solo nell’ideazione di nuovi prodotti, ma anche nell’evoluzione tecnologica della struttura. Uno degli obiettivi principali dell’azienda a livello strategico è quello di divulgare cultura, proprietà e benefici dell’utilizzo dell’olio e dell’aceto balsamico, i due core business del Gruppo, anche oltre i confini del nostro Paese. Per questo motivo è stato costruito un centro di ricerca interno che può contare su un laboratorio di analisi, una sala attrezzata per il panel di assaggio degli oli, una cucina professionale e una sala didattica. Questa struttura consente di organizzare corsi e show cooking live per la platea presente in sala, ma anche e soprattutto per erogare un servizio di formazione a distanza in modalità streaming.

LA SOLUZIONE

“Un progetto di questo tipo necessita di una strumentazione che permetta di cogliere nel
dettaglio l’operato degli chef durante i corsi e i cooking show e mostrare alla platea in sala e in video cosa accade dietro il banco di cucina” – spiega Gianmarco Antonelli, CIO del Gruppo Olitalia – “Per questo motivo abbiamo deciso di appoggiarci ad un Partner con elevate competenze in grado di progettare un sistema audio-video altamente professionale”.
A questo scopo, Lantech Longwave, scelto come Partner dopo un’accurata selezione, ha progettato un impianto comprensivo di regia in grado di effettuare riprese professionali e registrazioni da utilizzare come materiale di comunicazione.
Il progetto comprende: 5 telecamere robotizzate con possibilità di movimentazione attraverso controller o touch screen, con zoom stretto per inquadrare i dettagli come le mani dello chef e zoom largo per riprendere l’intera sala; 2 monitor 65 pollici che possano far vedere in modo indipendente la ripresa in diretta di una o più delle 5 telecamere. A corredo, un progetto così strutturato richiede un sistema di regia preimpostato e automatizzato che sia semplice da gestire.

I VANTAGGI

Grazie a questo sistema, l’Accademia è stata inaugurata a marzo 2018, mese in cui è stato
realizzato un evento di formazione in streaming con gli Stati Uniti. La progettazione dell’Accademia ha permesso non solo di adempiere all’obiettivo principale del Gruppo – fare formazione e cultura dei prodotti Made in Italy nel mondo – ma ha consentito anche di ridurre notevolmente i costi di trasferta da e verso altri Paesi.

Per informazioni: https://www.lantechlongwave.it/

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome