Federvini: nel 2015 riavviato un trend positivo

Dopo un 2014 di contrazione dei consumi interni, il 2015 si apre con un trend positivo per i settori rappresentati da Federvini, che lascia ben sperare per i prossimi mesi. Questo quanto rilevato nel corso dell’Assemblea Generale 2015, che ha approvato la relazione sull’attività dell’anno scorso.
A sostegno del comparto richiesti a Governo e Istituzioni semplificazione burocratica e alleggerimento fiscale, mentre per le esportazioni si punta sugli accordi di libero scambio, che hanno già spinto all’internazionalizzazione con Vietnam, Canada e Stati Uniti.
Gli Usa restano infatti il primo Paese di destinazione, insieme a Germania e Regno Unito per l’Ue, in un contesto 2014 dove l’export di vini e mosti ha registrato un incremento dell’1% sul 2013 in valore e dello 0,3% in volume.
Tra i temi discussi anche la promozione della cultura del bere responsabile, le informazioni al consumatore con possibilità offerte dai nuovi mezzi di comunicazione e l’opportunità di Expo Milano 2015 come teatro di valorizzazione per le eccellenze italiane.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome