Dm e il suo posizionamento immobiliare

L’offerta dm è complementare, non concorrenziale, rispetto a quella dei supermercati. Più di 2.100 punti di vendita in Europa sono in centri o parchi commerciali (da Mark Up n. 270)

E' la più grande catena di drugstore in Europa, con 3.500 punti di vendita in 13 paesi e un fatturato che supera i 10 miliardi di euro: dm-drogerie markt ha esordito sul mercato italiano con l’apertura nello shopping district di CityLife. È leader in Germania e Austria, e ha sviluppato una rete importante nell’Est Europa. L’Italia è un paese molto interessante per dm che prevede di aprirvi circa 30-35 punti di vendita l’anno per i prossimi tre anni.

 

 

Quali sono le caratteristiche tecniche dei locali che cercate per lo sviluppo in Italia?

Siamo in Italia da novembre 2017, con la prima filiale aperta a Milano, City Life. Da allora ne abbiamo aperte altre 6 nel nord Italia. Abbiamo un obiettivo molto ambizioso in Italia: quello di raggiungere circa 30/35 nuove aperture all’anno per i prossimi tre anni. Per questo siamo alla continua ricerca di immobili che rispondano il più possibile alle esigenze sia nostre che del consumatore finale. Scegliamo, infatti, le migliori posizioni per i nostri clienti: queste devono essere facilmente raggiungibili e l’approvvigionamento deve essere garantito da una rete di vendita distribuita in maniera ottimale sul territorio.

 

 

La superficie totale ideale va da 400 a 700 mq, unico piano a seconda del contesto in cui andiamo a inserirci, con fronte strada minimo di 8 metri e una proporzione ideale fronte-profondità di 1:2.

Puntiamo a immobili inseriti in un contesto abitativo di 40.000 abitanti nell’isocrona auto di 10 minuti; nel caso di retail park con presenza di un discount alimentare, possiamo aprire anche in contesti abitativi di 25-30mila abitanti. Vogliamo partire dall’esperienza del cliente e non limitarci alle fasi della vendita. Oltre al prodotto, dove cerchiamo il miglior rapporto tra qualità e prezzo, abbiamo sviluppato punti di vendita accoglienti. Per questo l’ampiezza dei locali deve garantire la possibilità di porre l’assortimento, che conta fino a 12.000 referenze tra prodotti dedicati alla bellezza e al benessere, prodotti per neonati e per la cura della casa, in scaffali ampi e facilmente raggiungibili da tutti i nostri clienti finali.

Quali sono le differenze tra i principali paesi in cui Dm è presente, in termini di facilità/difficoltà a trovare e sviluppare immobili per lo sviluppo dell’insegna?

La differenza principale si può trovare nei paesi dove la nostra notorietà è già ben radicata rispetto a quelli nei quali dobbiamo lavorare sull’esperienza d’acquisto: nei paesi d’origine del gruppo siamo presenti da più di 40 anni (dal 1973 in Germania, dal 1976 in Austria). Avendo iniziato l’espansione all’estero nel 1993, nei paesi in cui siamo presenti, il nostro marchio ha raggiunto un elevato grado di notorietà sia presso il cliente finale sia presso il settore immobiliare. Gli operatori immobiliari e gli altri retailer, alimentaristi e non, ci cercano in quanto partner solidi e affidabili che privilegiano rapporti di collaborazione di lunga durata. Sanno che generiamo un elevato flusso di nuovi clienti. Se parliamo dell’Italia, dove siamo presenti ancora da troppo poco tempo, abbiamo bisogno di guadagnare la fiducia degli operatori del settore e delle controparti in tempi brevi, replicando in tempi altrettanto brevi il successo ottenuto negli altri mercati. Con un gruppo alle spalle che ha più di 3.500 negozi e che fattura oltre 10 miliardi di euro l’anno, non credo sarà difficile, anche se all’estero il comparto alimentare ci considera degli specialisti e ci cerca come partner per completare l’offerta; in Italia si nota ancora una certa diffidenza per cui siamo considerati nella casella concorrenti. Ma non lo siamo, e soprattutto non siamo concorrenti dei supermercati; noi vogliamo aprire i drugstore accanto ai supermercati.

I nostri clienti fanno la spesa al supermercato, comprando alimentari freschi e beni di prima necessità e poi entrano in un dm drugstore per completare gli acquisti. I clienti vengono da noi perché siamo specializzati nei prodotti di bellezza, di cosmetica naturale certificata e nell’alimentare biologico, salute, bambini. È un’offerta complementare, non concorrenziale, rispetto a quella dei supermercati.

Per darle un’idea, più di 2.100 punti di vendita in Europa sono in centri o parchi commerciali, spesso a fianco di supermercati. Le ultime tre aperture a Bergamo e Piacenza sono a fianco di altrettanti punti di vendita Aldi.

Quali sono le città prioritarie per lo sviluppo e quali sono le posizioni (location) urbane preferite (centro, periferia, centri commerciali ecc.)

I drugstore dm occupano da sempre ottime posizioni in zone commerciali di rilievo. In particolare, le nostre filiali sono presenti sia in centri commerciali e parchi commerciali, sia in centro città. La nostra politica di sviluppo si concentra sulla realizzazione di nuove filiali in posizioni centrali e facilmente raggiungibili, oltre ad essere dotate di parcheggi di pertinenza. In tutta Europa dm si adopera nella ricerca delle migliori posizioni nelle città, all’interno dei centri commerciali e parchi commerciali più prestigiosi, e in particolare in prossimità di negozi di generi alimentari e ad altri negozi per il fabbisogno quotidiano dei cittadini. Ad oggi in Italia stiamo cercando locali che rispondano ai nostri requisiti per chiudere contratti a lungo termine in Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte Trentino Alto Adige, Veneto.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome