5 trend del marketing su Instagram nel 2019

Sì ai video, ma senza dimenticare che sono le foto il contenuto più fruito. Spazio agli sticker e alle gif personalizzate, ma anche ai "nano-influencer", che sono ancora più piccoli dei micro

Per millennial e generazione Z Instagram non è solo un social da utilizzare nel mondo virtuale, ma è sempre di più anche un modo di pensare e interagire nel mondo reale. Se un locale o un negozio risulta ai loro occhi "instagrammabile", ovvero particolarmente adatto ad essere immortalato e condiviso sulla piattaforma, l'ingresso nello stesso è nettamente favorito.

A confermarlo è anche una ricerca pubblicata sul quotidiano britannico The Independent, secondo cui oltre il 40% dei millennial ha ammesso di ritenere l’estetica della tavola come il requisito fondamentale per la scelta di un ristorante.

Instagram, insomma, è diventato una "forma mentis" di lettura dello spazio e azione nello stesso. Ma quali sono le tendenze emergenti sul social nel 2019 in termini di strumenti, format ed elementi imprescindibili da conoscere per il mondo marketing? A seguire ve ne presentiamo alcune sintetizzate da una serie di ricerche e pareri esperti.

1 - Foto in quantità, video di qualità
Potrà sembrare scontato, ma il dato merita un'annotazione. Oltre l'80% degli utenti Instagram fruisce preferibilmente immagini anziché video, che sono consumatissimi sulla prediletta piattaforma YouTube. Instagram continuerà ad essere a tutti gli effetti il social delle foto. Sì quindi ai video solo se mirati e significativi rispetto alla comunicazione e identità di marca, altrimenti meglio indirizzare i propri sforzi altrove.

2 - Più shopping e più analitycs
Nonostante Instagram stia sviluppando sempre più strumenti in proposito, lo shopping diretto attraverso il social è qualcosa di nuovo ancora per la maggior parte degli utenti, che però cliccano facilmente sugli ads. Il fenomeno degli acquisti sul social è destinato a crescere. Parallelamente, sono attese sempre più opzioni per migliorare l'analitycs e l'utilizzo dei dati relativi allo stesso.

3 - I nano-influencer, che sono ancora più piccoli dei micro
Abbiamo già parlato approfonditamente di come l'influencer marketing evolverà nel 2019 in direzione di una maggiore competenza e fornito i dati relativi all'Italia. Quello che tuttavia merita di essere evidenziato è il trend dei nano-influencer, che fanno capolino nel panorama delle collaborazioni con i brand. Parliamo infatti di utenti anche solo con un migliaio di follower, che non solo danno l'impressione di una maggiore autenticità, ma che sono alla portata dei brand più piccoli in quanto a investimento.

4 - Filtri e sticker per personalizzare l'engagement
Spazio agli sticker e ai filtri da inserire nelle "storie", che sono pubblicate da un numero sempre maggiore di utenti, all'insegna di un'interazione frizzante, coinvolgente e soprattutto sempre più personalizzata sulla base del proprio stile. Sarà questo uno dei must della comunicazione su Instagram per il 2019.

5 - La crescita del "lato oscuro" di Instagram
Si chiama "dark social" non perché abbia in sé qualcosa di negativo, ma perché è nascosto all'occhio pubblico. Stiamo parlando dei messaggi privati e di Instagram Direct, sempre più utilizzato per chat a due e di gruppo in alternativa ad altri canali quali WhatsApp e Facebook Messenger. Una prospettiva che apre ad interessanti sviluppi anche in ambito marketing.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome