Connected Commerce: profilo del consumatore global

Un consumatore iperconnesso, che si muove senza soluzione di continuità tra ambiente virtuale e reale, alla ricerca del miglior prezzo e di una shopping experience personalizzata. Queste alcune caratteristiche del consumatore globale secondo la quarta edizione della ricerca Connected Commerce, effettuata da DigitasLBi su un campione di 1.000 utenti in 17 Paesi.
Solo in Italia ogni utente utilizza in media 4,8 dispositivi diversi per reperire informazioni sul prodotto da acquistare prima di entrare nel punto vendita (86%) e cercare promozioni su misura (45%), navigando a tal proposito sul web sia negli spazi pubblici e sui mezzi (63%), sia indoor (79,5%) che in negozio (33%), a conferma della cosiddetta tendenza Atawad (Anytime, Anywhere, Any Device).
In particolare, il 69% degli italiani vorrebbe usufruire di servizi per pagare via mobile, al momento sfruttati solo dal 10% degli e-shopper, all’interno di un mercato che al riguardo si sta ancora sviluppando e che vede diverse start-up nate per rispondere alla domanda.
La spedizione gratuita resta driver fondamentale per l’acquisto (41%), seguita dalla puntualità della stessa (21%) e dalla facilità nel reso (19%), mentre a livello di social influence prendono piede conoscenti e familiari, ritenuti dai consumatori (36%) più autorevoli rispetto ad esperti, giornalisti e blogger (21%), per un totale di 7 persone su 10 che mostrano interesse nei confronti dell recensioni altrui su prodotti e servizi (69%).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here