Piccoli agricoltori: il futuro è nella collaborazione

Il compito primario di ricostruire un'infrastruttura alimentare sana e moderna richiede una stretta collaborazione fra tutti i componenti della filiera. E una vocazione democratica nuova

di Raffaella Pozzetti

Sistemi alimentari regionali più forti possono favorire economie regionali più forti: è con questa convinzione che diverse associazioni, negli States, stanno dando il loro contributo per aiutare le comunità locali. Come fare a favorire lo sviluppo del business dei piccoli e medio piccoli agricoltori o, dicendola in maniera più pittoresca, a rendere l'innovazione nel mondo alimentare più democratica? Fra le proposte, quella di promuovere l'uso, presso le aziende agricole del territorio, di tecniche di coltivazione più sostenibili e di fornire, di conseguenza, cibo più sano e a costi più accessibili alla comunità. La parola chiave, in tutto questo, è collaborazione: collaborazione fra tutti gli enti e le associazioni coinvolte, per riuscire davvero ad avere maggior peso e venire ascoltati dalle istituzioni e provare a ricostruire un'infrastruttura alimentare più sana, più rispondente alle necessità nutrizionali della popolazione e più rispettosa dell'ambiente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here