Rilevazione prezzi – Formaggi [10 2008]

Ricerca esclusiva di MARK UP: monitorati 8 punti di vendita della Gda sulla piazza di Milano. I formaggi rincarano su tutta la gamma

I freschi di gastronomia registrano una prevalenza schiacciante di aumenti, 100, pari al 76%; i ribassi sono 22 (17%) e gli invariati solo 9 ( 7%) rispetto alla precedente rilevazione.  Un rincaro causato dalla salita del prezzo del latte e presente in tutti i prodotti: i pochi  ribassi sono quasi tutti dovuti alle offerte promozionali. Anche a livello di insegne la  situazione si presenta analoga. Permangono però differenze anche sensibili tra le insegne per gli stessi prodotti, ma va sempre ricordato che la rilevazione tende a evidenziare gli scostamenti da un anno all’altro e non il livello comparato dei prezzi, che possono rimanere più cari anche in presenza di un maggior numero di ribassi o viceversa. Peraltro occorre osservare che solo alcuni di questi formaggi sono gli stessi dovunque, come l’Emmental, il Leerdammer e in genere quelli che hanno un marchio ben definito, mentre altri, pur con la medesima denominazione, possono avere diversi livelli qualitativi. Inoltre anche la forma di vendita è diversificata, in quanto nella maggior parte dei casi sono venduti solo già preconfezionati con la definizione di take away; da osservare al proposito che laddove i formaggi sono disponibili al taglio, lo sono in gran parte anche confezionati, in genere allo stesso prezzo. Di tutti i prodotti si è comunque rilevato il prezzo più basso, indipendentemente da altre considerazioni.

Allegati

10_08-Rilevazione-Formaggi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here