Tuttofood e Seeds&Chips, in contemporanea a Fieramilano

Sito_tuttofood_REV2 Le tecnologie stanno rivoluzionando il comparto agroalimentare e le novità in proposito saranno in mostra a Tuttofood e Seeds&Chips, tra le manifestazioni leader nel settore grazie al loro costante focus sull’innovazione.

Tuttofood 2017, a Fieramilano Rho da lunedì 8 a giovedì 11 maggio prossimi, si allea con Seeds&Chips, the Global Food Innovation Summit punto di riferimento internazionale per la Food&AgTech, che sarà ospitato all’interno della manifestazione. Ideato e curato da Marco Gualtieri, Seeds&Chips coinvolge centinaia di startup, aziende, università, istituzioni, investitori, acceleratori e incubatori, opinion leader e policy maker.

tuttofood_097“Oggi Fiera Milano raccoglie il testimone di EXPO e diventa protagonista della rivoluzione agroindustriale 4.0 – commenta Roberto Rettani, presidente di Fiera Milano Spa. L’alleanza con Seeds&Chips integra l’offerta multisettoriale di Tuttofood con il comparto hi-tech, aggiungendosi alle numerose partnership istituzionali che apportano competenze specializzate. Nell’ultimo anno si sono stabiliti a Milano oltre 50 mila under 40, molti dei quali studenti, professionisti della conoscenza: la città è sempre più un hub d’innovazione, anche food, e questa alleanza è un passo decisivo in questa direzione”.

“Nel 2015 Expo ha puntato i riflettori su Milano e sull’Italia, oggi abbiamo la responsabilità di portarne avanti l’importante eredità: temi e soluzioni per affrontare le grandi sfide contemporanee legate a food, nutrizione e sostenibilità, in particolare aumento della popolazione globale e food security – ha commentato Marco Gualtieri, ideatore e chairman di Seeds&Chips. La collaborazione con una realtà autorevole come Tuttofood e Fiera Milano è la prova che solo grazie ad un’azione sinergica, investendo nel comparto del cibo e nella food innovation, è possibile innescare un effetto virtuoso in molti settori con benefici importanti per Milano e per il nostro Paese”.

Oltre ad ampliare il percorso espositivo di Tuttofood 2017 con due padiglioni (8/12), dove presenteranno le loro proposte tecnologiche importanti aziende e realtà istituzionali, Seeds&Chips prevede anche un calendario di decine di conferenze con autorevoli relatori ed esperti del settore, in particolare, tra gli appuntamenti centrali: la special conference “Feeding the Cities – Urban and Vertical Farming” dedicata alla coltivazione sostenibile nelle grandi metropoli, cui prenderanno parte i sindaci delle principali capitali mondiali con il keynote speech del Sindaco di Milano Giuseppe Sala ad aprire i lavori. Inoltre, tra gli illustri ospiti internazionali attesi: Sam Kass, chef-consigliere dell’ex Presidente USA Barack Obama, artefice della rivoluzione salutista alla Casa Bianca e Kerry Kennedy, Presidente del Robert F. Kennedy Center for Justice and Human Rights, e fervente sostenitrice dei diritti umani e del cibo.

Le sessioni di approfondimento spazieranno dai temi caldi dell’hi-tech, come i big data, le applicazioni delle stampanti 3D nel food o le tecnologie nel ristorante e il supermercato del futuro, a quelli di marketing e di scenario, quali la crescita della sharing economy, l’impatto dei millennials o l’innovazione dei superfood. Punta infatti a valorizzare le opportunità dell’e-commerce l’accordo con Netcomm. Il Consorzio del Commercio Elettronico promuoverà l’eCommerce Food Lab, un hub di 1.000 mq in collaborazione con Digital Events che favorirà il networking tra operatori B2B e dove si svolgeranno workshop e conferenze. Innovazione tecnologica e social eating al servizio del business saranno i punti chiave del fitto calendario.

Grazie al biglietto congiunto, acquistabile sulle piattaforme online delle due manifestazioni, la platea di Tuttofood 2017 si amplierà agli operatori specializzati nelle Food&AgTech, mentre Seeds&Chips potrà contare sull’afflusso dei visitatori professionali da 110 Paesi, inclusi decisori aziendali, esponenti del retail e della GDO e soprattutto buyer qualificati, in particolare oltre 2.200 hosted buyer dai mercati più dinamici, tra i quali USA, Europa (Germania, Francia e Spagna), Nordamerica (Messico) e Sudamerica (Brasile).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here