Dopo aver appena visitato e ampiamente presentato su questo sito il nuovo centro commerciale Elnòs Shopping di Ikea Centres, a Roncadelle, comune della cintura metropolitana bresciana, a sud-ovest della città, nel versante per così dire Iseo/Franciacorta, è necessario ricordare che, oltre a Esselunga-Stefana, almeno tre possibili centri commerciali potrebbero partire nei prossimi due anni, a dispetto del fatto che la Leonessa ne ha partoriti già così tanti che alcuni, in lotta fra loro, rischiano di boccheggiare.
Se Ipercoop ha già un bello spazio come magnete alimentare (ipermercato) all'interno di Elnòs, il marchio coop riaffermerà la sua presenza, questa volta nella città di Brescia, con circa 15.000 mq (totali) tra via Dalmazia e via Salgari, assaggio di un più ampio e complesso progetto di riqualificazione dell'area ex Magazzini Generali (di proprietà di Nuova Assetti Urbani) che si spazia per più di 100.000 mq.

park_arsenale_06
Un particolare (rendering) del nuovo progetto commerciale sull'area ex Magazzini Generali a Brescia

Il Pii (Programma integrato di intervento) di questa area (chiamata anche "Sannazzaro") prevede originariamente, oltre ai 14.900 mq di commerciale, anche 39.000 mq di edilizia libera, 20.000 mq di edilizia convenzionata, e 14.500 mq di uffici; ai quali si integrano un parco pubblico, attrezzature sportive e aree ludiche destinate all'infanzia, tutte strutture e dotazioni previste come oneri di urbanizzazione.

Coop dovrebbe fare da traino agli insediamenti previsti dal Pii sulla Sannazzaro: presentato all’amministrazione comunale nel 2007, il Pii ha subito, attraverso varianti e convenzioni, modifiche e riduzioni delle volumetrie, diversi cambiamenti. E il percorso amministrativo, stando a quanto riportano le cronache locali (Brescia Oggi in primis), è ben lungi dall'approdo finale: rimane il vincolo della Sovrintendenza a tutela delle Casere (gli ex caseifici), e che esclude l’abbattimento previsto nei primi masterplan per far posto all'edilizia convenzionata e centro direzionale.
Il cantiere Coop partirà quasi certamente, anche se l'attuale progetto non era nel primo Pii, ma ha preso corpo in successive convenzioni urbanistiche, ivi incluso l'accordo di programma con Regione Lombardia.
Il centro commerciale Coop sarà formato da una galleria aperta e collegata al parco verde, e su spazi che potrebbero ospitare attività di servizio, compresi studi medici. L'accesso sarà dal parco o dal parcheggio su via Salgari. Nella galleria, oltre ai circa 9.000 mq di Ipercoop, sono previsti una media superficie (2.500 mq) e altri negozi.
L’investimento complessivo sul centro commerciale supera i 40 milioni di euro. Il progetto è firmato da Inres, società di progettazione di Coop Italia, e dallo studio bresciano Ingegneria e Ambiente.
Ma a Brescia vi sono altre due situazioni in divenire sul piano della riqualificazione urbanistica: l'area Santoni (98.000 mq) a Sant'Eufemia, e la ex Idra (via Triumplina), 48.000 mq sui quali si punta a realizzare un superstore Esselunga.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here