I 12 operatori immobiliari interessati allo sviluppo dell'area di Cascina Merlata (a sud di Expo) hanno costituito una nuova partnership per sviluppare ulteriori servizi per una maggiore valorizzazione complessiva del sito anche in chiave di marketing territoriale

Fra le 12 società che hanno presentato la firma dell'accordo per gestire in modo concertato i servizi del progetto milanese di Cascina Merlata, spiccano Euromilano e Falcon Malls, quest'ultima fortemente impegnata negli investimenti e nella promozione di complessi progetti immobiliari nel capoluogo lombardo: oltre a Cascina Merlata, Falcon Malls sta curando lo sviluppo di un grande centro commerciale che sorgerà in uno dei poli dell'immensa area ex Falck a Sesto San Giovanni.
I 12 soggetti economici operanti sull’area che sorge a sud del sito Expo 2015 (di proprietà Arexpo), hanno presentato Cascina Merlata Partnership, accordo quadro con governance strutturata da ruoli, responsabilità e budget fra tutti i partecipanti coinvolti direttamente nello sviluppo di questo quartiere sul modello dei Business improvement district (Bid) delle città statunitensi, New York in prima fila. I Bid sono organizzazioni formali composte dai proprietari delle aree (compresi i residenti) e dagli operatori commerciali della zona: nascono per fornire una serie di servizi complementari a quelli della municipalità, spesso in attuazione delle disposizioni della città, come la sicurezza e l’igiene dei luoghi.

Si parte con la sicurezza e l'organizzazione degli eventi
Due i settori sui quali la partnership sarà fin da subito operativa: la gestione della sicurezza con servizio sorveglianza H24 dal 15 dicembre, accompagnato da un security point sempre attivo; e l’organizzazione di eventi per la socialità secondo un calendario che è possibile visionare sul sito.
Gli obiettivi della sinergiua vanno ovviamente ben oltre, e mirano a potenziare le azioni di marketing territoriale favorendo l’interazione dei diversi soggetti presenti sull’area, così come la costruzione di un Bid sul modello anglosassone.
"Grazie all'esperienza maturata nei mercati internazionali più dinamici, porteremo in Italia un modello di business di grande impatto –spiega Luc Lescault, marketing & communication manager di Falcon Malls–. Il centro commerciale che stiamo per realizzare sarà un community hub che servirà anche l’ex area Expo e lo Human Technopole, con interessanti insegne retail e un polo destinato ad attività per il tempo libero e lo svago per le famiglie con un parco giochi di nuova generazione e aree food con ancore alimentari".
EuroMilano svolgerà un ruolo di coordinamento come promotore del master plan e della trasformazione urbanistica e in qualità di advisor e general contractor per tutta la compagine societaria della partnership.
Cascina Merlata Partnership viene definita come il primo esperimento del genere nel settore immobiliare italiano: permetterà di stabilire programmi e nuovi servizi condivisi tra le proprietà immobiliari, identificando di volta in volta le azioni migliori per rispondere alle esigenze sia della parte commerciale sia degli abitanti del quartiere.

Dal Supercondominio alla partnership: cosa cambia
"È fondamentale avviare una forma di coordinamento tra gli operatori che è un passo avanti rispetto al super condominio attualmente in essere" commenta Luigi Borrè, presidente di EuroMilano.
Da queste partnership gli operatori si aspettano che il valore degli immobili commerciali e residenziali aumenti, fenomeno che accade per altri e numerosi esempi riferibili ai mercati immobiliari dove i Bid sono nati e sono più sviluppati: "nelle città anglosassoni il Bid ha generato un aumento del valore degli immobili di circa il 15% e anche sul residenziale saranno evidenti benefici aumenti di valore", conferma Attilio Di Cunto, ad EuroMilano.
Cascina Merlata è gestito attualmente da un super condominio fra le proprietà presenti nell’area, che condivide le spese per il verde pubblico e le vasche di laminazione.
La nuova partnership vuole valorizzare le condizioni di governo dell’area, generando maggiore attrattività e migliorando la qualità della vita per chi vive e lavora nel quartiere. "La gestione della sicurezza è una delle nostre principali preoccupazioni –aggiunge Paolo Boleso, di Investire Sgr Fondo HS Cascina Merlata–. Il parco pubblico ha dimensioni notevoli e per questo consideriamo prioritario questo tipo di approccio nella fase di creazione della comunità".

Sicurezza, punto di partenza
Se la sicurezza è un punto irrinunciabile per i residenti del quartiere, l’organizzazione di eventi fungerà da acceleratore sociale  che migliori la qualità della vita dei residenti. "Nei prossimi anni gli abitanti del quartiere saliranno a 12.000 nuovi residenti –precisa Vincenzo Barbieri, di Città Contemporanea– pensare ai servizi è fondamentale e l'organizzazione di eventi,  dall’intrattenimento all’approfondimento su diversi temi, rafforza le potenzialità di coinvolgimento dei cittadini. Partiremo subito con un calendario di eventi natalizi".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here