Cook&Books spiega la buona tavola in (quasi) tutte le sue declinazioni

Visite – Rivisto il 3° piano di mondadori Duomo-Milano per un concept che unisce libri, shop e scuola (da MARK UP 199)

Non nuovo a intersezioni con mondi diversi dal libro, Mondadori Multicenter di piazza Duomo Milano rivoluziona il 3° piano e dai volumi d'arte sposta l'attenzione al mondo della buona tavola. Così, trasferiti i tomi d'arte al livello -1, dà vita a Cook&Books, un nuovo concept che racchiude libri, shop e scuola di cucina. Una sorta di area ibrida dove convivono mondi diversi correlati all'arte culinaria. L'alternanza espositiva può sembrare distonica, tuttavia unita a uno spazio di pratica culinaria assume un significato di più ampio respiro: proporre un mondo a 360° in tutte le sue declinazioni. E allora perché non unire anche un'agenzia viaggi per i tour enogastronomici o un servizio di catering. Lanciamo l'idea.

Poco merchandising
L'esposizione dei libri è organizzata per temi (attrezzature&conservazione, segreti dei cuochi celebri, salute&cucina, diete ecc.) e sottotemi (da domani comincio, benessere a tavola, leggeri con gusto, consigli e segreti ecc.) scritti con caratteri handwriting e codici linguistici curiosi. Questa modalità conferisce all'ambiente un'aura friendly che ben si armonizza con l'esposizione di prodotti per la cucina. Lo shop non propone, però, gli stessi attrezzi usati dai cuochi nei corsi perdendo probabilmente gli acquisti d'impulso post lezione. Unico rimando è il tessile che propone grembiuli, cappelli da cuoco, canovacci brandizzati Cook&Books.

Dietro a un vetro, entertaiment
Non molto ampia, la sala corsi, delimitata da una vetrata, ospita banchi e sedie per i corsisti che possono assistere all'opera dei cuochi sia attraverso ampi televisori (per i più distanti) sia direttamente. Il tavolo di lavoro alloggia gli utensili elettrici forniti da Kenwood (gli altri partner sono Valcucine, Neff, Irinox, Tescoma, Fissler, Pensofal ed Emile Henry). A parete una grossa lavagna dove scrivere la ricetta del giorno oltre alla lista della spesa e ai consigli. Le lezioni sono a pagamento: 70 euro ciascuna.

Accademia di cucina
40 lezioni già in calendario fino a giugno (per poi riprendere dopo la pausa estiva con una nuova programmazione) nate dall'esperienza maturata dalle testate di cucina di Mondadori e certificate dalla professionalità dei docenti dell'Associazione insegnanti di cucina italiana. Lezioni e non corsi perché si tratta di vere e proprie sessioni di apprendimento e non di manipolazione: i partecipanti, infatti, per motivi di sicurezza, non cucinano ma assistono teoricamente alla lezione. Un vero peccato perché altre scuole di cucina realizzate, per esempio, da noti marchi alimentari permettono ai praticanti di partecipare attivamente.

Allegati

/wp-content/uploads/sites/3/2014/07/111_MARKUP199_05_2011_Layout-Cook_books.pdf” target=”_blank”>199-MKUP-Layout Mondadori

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome