In Corso Vittorio Emanuele, al posto di Massimo Dutti, si prepara l'apertura di Five Guys, la catena americana di hamburger concorrente di McDonald's

Chi ha assaggiato panini, patatine fritte e i milkshake di Five Guys all'estero (in Europa è per ora presente in Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Olanda e Spagna), non vede l'ora di averli a portata di mano e di bocca. Che siano i più buoni del mondo lo dicono in giro, ma aspettiamo a confermarlo, quando la catena di hamburger nata in Virginia per iniziativa di Jerry Murrell e i suoi quattro figli, nel 1986, aprirà a Milano, Corso Vittorio Emanuele 37, al posto di Massimo Dutti, a due passi da San Babila, all'inizio del tratto di Galleria del Toro.

È almeno dal 2014-2015 che si parla dell'arrivo di Five Guys in Italia (si veda l'iperlink dell'articolo su Scatti di Gusto). La catena americana ha cominciato probabilmente a tastare il terreno (immobiliare) del nostro paese dopo la prima apertura continentale a Parigi, seguita a quella del ristorante a Londra, il primo in Europa.

Già nel 2014 su Facebook era stata creata la pagina "Vogliamo Five Guys in Italia", che è tuttora attiva e si presenta così: "Vogliamo Five Guys in Italia perché sono gli hamburger più buoni del mondo e sono più salutari di quelli di tutti i diretti concorrenti".

Sul suo sito Five Guys dichiara: "Utilizziamo solo carne macinata fresca. Utilizziamo solo olio di arachidi. Non ci sono congelatori nelle sedi Five Guys, solo frigoriferi". Naturalmente, non bastano questi tre pur importanti requisiti per fare un buon hamburger...per esempio, la carne macinata fresca arriva dall'Italia e possibilmente da pochi chilometri di distanza dal locale?

Comunque, il mercato è già molto affollato di concorrenti, oltre agli storici (Mc Donald's e Burger King) ci sono altre catene in franchising più recenti come, per limitarci a Milano, Mama Burger, Polpa, Baobab, ma l'effetto novità è senza dubbio calamitante. Almeno sul breve termine. Five Guys ci sembra molto adatto a dare un motivo di interesse in più al tenant mix -già comunque oggi abbastanza dinamico - dei centri commerciali: corre la voce che Five Guys voglia aprire anche a Westfield Milano.

La catena ha introdotto il franchising nel 2003 e oggi conta circa 1.500 punti di vendita sparsi in mezzo mondo, con un fatturato annuo che secondo alcune fonti supera gli 830 milioni di dollari.

 

 

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome