Inditex: vendite in aumento del 12%

Zara Home San Babila
Il Gruppo, attivo nel mondo con i marchi quali Zara, Bershka, Massimo Dutti, Oysho e Pull&Bear, continua a crescere e prosegue in parallelo il piano di sviluppo sul web

L’anno fiscale 2016 per il gruppo Inditex, che controlla marchi quali Zara, Bershka, Massimo Dutti, Oysho e Pull&Bear, si chiude con un incremento delle vendite nette del 12% e una cifra di 23,3 miliardi di euro che l’anno prima ammontava a 20,9 miliardi. Di conseguenza l’aumento dei profitti netti ammonta a 3,16 miliardi di euro (+10%) mentre l’ebitda è di 5,08 miliardi (+8%).

Il gruppo è cresciuto in tutte le aree geografiche nelle quali opera e nel corso del 2016 ha ulteriormente incrementato la rete vendita con 279 nuove strutture in 56 mercati generando 9.596 posti di lavoro. Nel 2016, Inditex ha inoltre potenziato la sua presenza online nell'Unione europea e ha lanciato i suoi marchi nelle piattaforme di eCommerce in Turchia. Un settore che continua a crescere anche al di là dei confini europei: è stato lanciato il negozio online di Zara a Singapore e in Malesia nel marzo 2017 che ha portato a 43 il numero di mercati presenti sul web.

Il presidente e Ceo di Inditex, Pablo Isla, spiega "Continueremo a effettuare investimenti strategici con progetti a medio e lungo termine che possano rendere l'azienda sempre più sostenibile dal punto di vista finanziario, sociale e ambientale”.

 

CONDIVIDI
Articolo precedente3 punti strategici per coinvolgere i Centennials
Articolo successivoU2 Supermercato con Lilt per la prevenzione oncologica
Vivo e lavoro in Sicilia, terra di spiazzanti contrasti e di straordinarie virtù. La cronaca mi ha battezzato, il retail mi ha conquistato. Seguo l’evoluzione e lo sviluppo delle insegne food e non food sul territorio. Amo libri, teatro e cinema in egual misura. E scrivo per lavoro e per passione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here