La fiducia nel food & beverage diminuisce, ma non in Italia

Secondo i risultati tratti dall’annuale ricerca globale Trust Barometer condotta da Edelman, nel 70% dei mercati monitorati si rileva un calo della fiducia. I dati che Mark Up pubblica in anteprima (di seguito un'anticipazione della presentazione ufficiale del 10 luglio all’Aspen Forum “Food Security Nutrition and Global Health” in Expo 2015), disegnano un quadro di incertezza che trova la massima espressione in paesi come Singapore, Argentina, Hong Kong, Olanda e Corea del Sud dove si registra il calo maggiore. I motivi dell’aumento d’incertezza? Il ritmo dell’innovazione che il 51% degli intervistati reputa troppo veloce. Fa eccezione l’Italia in cui si registra un leggero miglioramento passando dal 63% del 2014 al 64% di quest’anno. Tra i cinque sotto settori analizzati (retailer, aziende alimentari e bevande, fast food, agroalimentare, allevamento e pesca) quello che gode di maggior fiducia è quello dell’allevamento e della pesca (67%), mentre il settore che mette a segno il risultato più basso è il fast food. Occorre evidenziare che i swing truster, ovvero gli intervistati che hanno espresso posizioni deboli o neutrali, rappresentano un’opportunità per tutto il settore Food & Beverage dal momento che costituiscono circa il 64% dei consumatori. In particolare, nei sotto settori questo gruppo raggiunge il valore massimo (68%) con i retailer, e il valore minimo (62%) nel fast food. Quali sono le azioni che il settore Food & Beverage deve mettere in atto per costruire la fiducia? Lo spiega Fiorella Passoni, General Manager di Edelman Italia: “Se il settore ha intenzione di mantenere e costruire fiducia, deve ingaggiare i consumatori e gli altri stakeholder in maniera trasparente e significativa. Anche le aziende che per tradizione hanno un’impostazione business-to-business (B2B) devono iniziare a porsi come B2B2C, essere più aperte alle partnership e iniziare a dialogare con il proprio pubblico di riferimento sottolineando il valore aggiunto e i benefici che apportano alla società”.

 

 

edelma_grafico

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome