Previsioni di acquisto in aumento per inizio 2015

Il quadro generale resta costellato di elementi negativi, ma i dati dell’Osservatorio Findomestic mensile di gennaio 2015 mandano segnali positivi, rilevando un aumento delle previsioni di acquisto in quasi tutti i mercati analizzati a fine 2014. A inizio anno cresce infatti il numero degli italiani che nei successivi tre mesi intende spendere soldi per un viaggio (31,2%), o per comperare elettrodomestici (18,1%), auto (13,7%) e motoveicoli (6,2%). In leggero aumento anche coloro che prevedono di acquistare beni relativi al’efficienza energetica, mentre calano i settori informatica e telefonia, dove però aumentano gli importi medi di spesa.
Col nuovo anno cresce anche la soddisfazione per la situazione italiana (dal 3,4 di dicembre a 3,7 di gennaio) e per quella personale, che passando da 4,5 a 4,7 tocca il picco più alto degli ultimi 2 anni. Altrettanto positive sono le aspettative di risparmio, che aumentano nell’ultimo mese di 1,7 punti percentuali.
Se il 22% del campione vede infine segnali di ripresa negli ultimi mesi, resta un 40% di italiani che ritiene vi sia in atto un peggioramento, mentre il 36% non rileva alcun cambiamento. Uno dei segnali negativi maggiormente menzionati dai meno ottimisti è l’aumento della pressione fiscale (43%), mentre tra coloro che intravedono una ripresa i principali segnali positivi sono un aumento dell’ottimismo in generale (40%) e, complice la deflazione che ha caratterizzato gli ultimi mesi del 2014, la riduzione dei prezzi (32%) e l’aumento dei consumi (23%).

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome