Alibaba dinamizza il tradizionale

Le evoluzioni del retail, in Cina e in Europa, dipenderanno da come i retailer sceglieranno di costruire un'esperienza di acquisto senza soluzione di continuità, che conbini online e offline. L'esperienza di Alibaba (da Mark Up n. 265)

Partendo dal contesto cinese, Terry von Bibra, general manager Europe di Alibaba Group, ha ampliato il perimetro delle sue osservazioni per includervi i futuri sviluppi del retail in Europa e Stati Uniti verso una direzione che ha chiamato nuovo retail, ovvero omnicanalità, caratterizzato dall’integrazione totale tra canali diversi, a vantaggio dei desideri e bisogni dei consumatori. La situazione dei consumi in Cina è molto diversa da quella a noi familiare: basti pensare ai loro 731 milioni di utenti internet su una popolazione totale di 1,3 miliardi di persone. Gli internauti cinesi sono dunque numericamente quasi pari a quelli europei (739 milioni)  e il doppio di quelli statunitensi (326 milioni). Altri 600 milioni di cinesi non hanno ancora accesso all’eCommerce e acquistano presso 6 milioni di negozi tradizionali, i cosiddetti corner shop. La Cina ha già 102 città la cui popolazione supera il milione di abitanti, in 10 anni saranno 220, mentre in Usa sono 10, in Europa 18. “La classe media è composta da circa 300 milioni di persone, in rapida crescita numerica -aggiunge Terry von Bibra-, che desiderano investire il proprio denaro per acquistare prodotti di qualità da tutto il mondo, senza chiedersi su quale canale, se online od offline. Del resto, tutti i consumatori sono accomunati da due caratteristiche molto distintive: l’onnipresenza degli smartphone e la mancanza di un punto di riferimento nelle modalità di acquisto”.

L'intero articolo su Mark Up n. 265

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here