Grani Italiani, piatti pronti Fuori Frigo

Una start up lancia una linea di primi e secondi per la gdo che si mantengono fino a 12 mesi a temperatura ambiente, senza conservanti e coloranti (da Mark Up n. 270)

Il ready to use piace sempre di più al consumatore, come ha rilevato l’ultimo rapporto Coop. Piatti veloci, comodi da preparare, subito pronti da gustare e possibilmente completi dal punto di vista nutrizionale. In questa direzione va seguita con attenzione la proposta di rottura di una start up con sede a Milano, Grani Italiani, azienda distributrice legata a una partnership con la produzione. La proposta e la promessa è innovativa: una linea di piatti freschi pronti, ispirati alla tradizione culinaria italiana, che si possono conservare fuori dal frigorifero, dunque a scaffale, fino a un anno. Una shelf-life lunghissima ottenuta senza refrigerazione e aggiunta di conservanti e coloranti, che garantisce nel contempo la sicurezza alimentare e il rispetto del profilo organolettico e gustativo del prodotto.

Il risultato è frutto di una lunga ricerca ma con una tecnica tuttora riservata. Un unico processo termico di stabilizzazione che riunisce la fase di pastorizzazione che abbatte la carica batterica a quella di asciugatura che riduce l’attività dell’acqua e un processo di raffreddamento che permette di raggiungere “valori di carica batterica residua impensabili con le tecnologie tradizionali”, fa sapere l’azienda.

L’operazione, brandizzata Grani Italiani-Fuori Frigo, è portata avanti da Angelo Loforese, 59 anni, proveniente dal mondo imprenditoriale e dal figlio Andrea, 31 anni, e un socio dell’azienda di produzione, la Dama di Villamagna, in provincia di Chieti, che vanta una storia di attività ventennale nella preparazione di piatti della cucina italiana. Nell’operazione ci sarebbe poi la collaborazione di un imprenditore del food che opera nel Regno Unito, ben inserito nel settore della gdo. “Abbiamo alle spalle uno studio di cinque sei anni per arrivare a questo prodotto che dal nostro punto di vista è spettacolare e avrà successo”, afferma Angelo Loforese.

Gli ingredienti sono tutti italiani, tra questi si utilizzano pasta di semola di grano duro, e legati alla dieta mediterranea. Niente conservanti e poco sodio, in modo da agganciare anche il filone healthy. I piatti si preparano scaldando la vaschetta in meno di due minuti nel forno al microonde o in padella: qualche minuto in più nel forno tradizionale. Hanno il vantaggio di essere trasportabili ovunque, senza alcun problema di attenzione alle temperature.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Se sei abbonato, fai per visualizzare il contenuto, altrimenti abbonati

Sei abbonato a Mark Up ma non hai mai effettuato l'accesso al sito?
Registrandoti qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento, entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione di tutti i contenuti riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome