Risultati economici Henkel Q2, in crescita

Hans Van Bylen, Ceo di Henkel, commenta i risultati economici Henkel
Hans Van Bylen, Ceo di Henkel, commenta i risultati economici Henkel

I risultati economici Henkel per il secondo trimestre dell'anno mostrano un protrarsi della crescita nelle vendite, nei margini e nel fatturato, tale da . L'azienda stima infatti una crescita organica del fatturato tra il 2 e il 4%, un aumento del margine Ebit depurato superiore al 17% e una crescita degli utili per azione privilegiata compresa tra 7 e 9%.

Risultati economici Henkel Q2

"Le vendite sono cresciute in modo significativo a circa 5,1 miliardi di euro -dichiara Hans Van Bylen, Ceo di Henkel-. Abbiamo migliorato l’utile operativo e il margine Ebit depurati. Le azioni privilegiate hanno reso a doppia cifra. Sono risultati notevoli in un contesto di mercato assai impegnativo". Il fatturato nominale cresce del 9,6% rispetto al 2016, a 5.098 milioni di euro, la crescita organica è un +2,2%, l'ultile operativo cresce dell'11% a 909 milioni di euro, il margine Ebit è del 17,8%, cresciuto di 20 punti base, e il rendimento delle azioni privilegiate è del 10,7% a 1,55 euro (da 1,40 euro). L'azienda precisa che tutte e tre le divisioni hanno contribuito al successo: Adhesive Technologies, Beauty Care e Laundry & Home Care.

"La volatilità e l’incertezza dello scenario economico caratterizzeranno anche il resto dell’anno -spiega Hans Van Bylen-. Le fluttuazioni valutarie continueranno, così come le difficili condizioni del mercato dei beni di largo consumo. Siamo comunque determinati a proseguire il nostro percordo di sviluppo e implementare le nostre priorità strategiche".

Fatturato

La crescita del fatturato del 9,6% rispetto al 2016 dipende per il 7,4% da acquisizioni e disinvestimenti, tra cui l'acquisizione di The Sun Products Corporation (pulizia casa e bucato). Neutri i cambi valutari. Dunque il fatturato organico è cresciuto del 2,2%. La divisione Adhesive Technologies è cresciuta del 3,4% (fatturato organico), a 2.370 milioni di euro, Beauty Care è pari al risultato dello stesso trimestre del 2016, con vendite in crescita dello 0,9% a 997 milioni di euro. Laundry & Home Care è cresciuta del 2,1% fino a 1.703 milioni di euro.
Nei mercati emergenti il fatturato organico è cresciuto del 4,7%, nei mercati maturi dello 0,5%.

In lieve calo la regione dell'Europa occidentale, -1,2% dovuto a elevata promozionalità e pressione sui prezzi. L'Europa orientale è cresciuta del 5,2%, Africa e Medio Oriente dell'1,1%, Nord America del 3,2%, America Latina del 6,1%, Asia Pacifico del 4,8%.

I ritorni sulle vendite

Il capitale circolante netto è salito di un decimo di punto, al 5,2%. Tra le divisioni, Adhesive Technologies ha fatto segnare un forte incremento dei ritorni sulle vendite, il 19,2%. Inoltre si è consolidata con l'acquisizione di Darex Packaging Technologies e di Sonderhoff Group a inizio Q2. La divisione Beauty Care ugualmente ha segnato ritorni sulle vendite molto positivi, al 18%. Infine la divisione Laundry & Home Care ha visto un utile operativo depurato in crescita del 22,2%, a 239 mio euro, e ritorni sulle vendite nell'ordine del 17,5%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here