Auricchio allarga la gamma di formaggi

Il 2017 ha visto Auricchio festeggiare il 140° anniversario. Ma l'anno che volge al termine si chiude con una nuova sfida per l'azienda lattiero-casearia fondata a San Giuseppe Vesuviano nel 1877: “Rinnovamento nella tradizione”, è questo il motto che ogni giorno accompagna Antonio, Giandomenico e Alberto Auricchio. Il loro Gruppo, che fa capo alla storica azienda leader mondiale del Provolone, ha recentemente acquisito la società Cascine Emiliane, uno dei più storici stagionatori e confezionatori di Parmigiano Reggiano.

 

 

Cascine Emiliane è una società molto conosciuta nel settore e con un alta reputazione nel retail sia in Italia che in tutta Europa. Da oltre 20 anni propone al mercato una selezione di altissima qualità di Parmigiano Reggiano. “È stata per noi una scelta strategica - dichiara Alberto Auricchio, amministratore della Gennaro Auricchio - sia per arricchire la nostra offerta a marchio Auricchio con Parmigiano di primissima scelta, sia perché i radicati rapporti che da anni Cascine Emiliane ha con clienti per noi importantissimi ci aiuterà a consolidare il nostro modello di crescita soprattutto all'estero, proponendoci come partner in grado di offrire una gamma completa e di alta qualità di tutti i formaggi della grande tradizione italiana.”

Il gruppo Auricchio vanta otto unità operative tutte tassativamente in Italia, dove produce dalla Mozzarella al Parmigiano Reggiano, dal Taleggio al Quartirolo Lombardo, dal Gorgonzola al Pecorino Romano, dai pecorini freschi e stagionati alle ricotte vaccine e ovine senza mai dimenticare il re della propria produzione, il provolone Auricchio.

 

 

Cascine Emiliane sviluppa un fatturato di 45 milioni di Euro con un export pari al 75% del venduto. La sede rimarrà a Castelnovo Sotto (RE) e presidente della società è stato confermato Giuseppe Filippini.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome