Confcommercio: 3,6 miliardi il valore stimato per i saldi estivi

Al debutto domani in tutta Italia, i saldi porteranno ogni famiglia a spendere in media 232 euro per abbigliamento e scarpe.

Saldi estivi ai nastri di partenza per domani, sabato 2 luglio, dopo una stagione di consumi deboli che ha favorito un’alta disponibilità di invenduto. Le stime dell’Ufficio Studi di Confcommercio indicano che per l'acquisto di articoli di abbigliamento e calzature scontati ogni famiglia spenderà circa 232 euro, per un valore totale pari a 3,6 miliardi.

 

 

Il periodo dei saldi si aprirà per la prima volta con una data unica su tutto il territorio nazionale, così come richiesto da Federazione Moda Italia per evitare fenomeni di distorsione di concorrenza. Ecco nel dettaglio i numeri attesi per questa stagione:

saldi estivi

"Auspichiamo che le tante chiacchiere, l'agitazione e le molte ansie create intorno alle conseguenze della Brexit non vadano a penalizzare un clima di fiducia delle famiglie italiane, che già non è al massimo”, - sottolinea Renato Borghi, presidente di Federazione Moda Italia e vicepresidente di Confcommercio: “A noi operatori speriamo che questi saldi possano portare liquidità per far fronte alle scadenze con i fornitori, certamente non margini”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome