Ferrero, bilancio 2017: ricavi oltre 10 miliardi

Ferrero International, la società capogruppo del gruppo Ferrero, ha approvato il bilancio consolidato relativo all'esercizio chiuso al 31 agosto 2017 che ha visto il fatturato consolidato salire a 10,5 miliardi (+1,5% rispetto all’esercizio precedente) e le vendite di prodotti finiti aumentare del 2,2% (2,5% a tassi costanti) trainate dai mercati europei come Germania, Polonia, Regno Unito e paesi dell'Europa orientale, mentre l'Italia e la Francia sono rimaste stabili. Oltre oceano, Usa, Canada e Messico hanno registrato l'incremento maggiore di vendite nette. I prodotti che hanno maggiormente contribuito al fatturato sono stati principalmente Nutella, Ferrero Rocher, Kinder Surprise, Kinder Joy, Kinder Bueno e Tic tac.

 

 

L'organico del gruppo ammontava a fine agosto a 34.543 dipendenti, in aumento rispetto ai 32.990 al 31 agosto 2016.

"Il gruppo ha continuato anche quest'anno ad investire nel miglioramento e nell'ampliamento di stabilimenti, impianti e attrezzature - prosegue il comunicato - in linea con i propri impegni imprenditoriali e sociali, e in costante applicazione delle proprie strategie aziendali. Queste hanno portato a miglioramenti continui nella qualità e nella competitività del portafoglio prodotti, prestando particolare attenzione alla freschezza del prodotto, alla sicurezza alimentare e all'ambiente, temi su cui il Gruppo Ferrero è fortemente impegnato".

 

 

Tutti plus, questi, che hanno contribuito al buon posizionamento nella classifica annuale stilata da Reputation Institute, che designa le imprese mondiali preferite dai consumatori. Ferrero, infatti, è risultata la prima azienda italiana per reputazione e si è collocata al 18esimo posto nel ranking mondiale.

Durante l'anno fiscale il gruppo ha anche completato l'acquisizione di Fannie May Confections Brands e dei marchi di cioccolato di Harry London. È proseguita infine la strategia di sviluppo tecnologico attraverso l'espansione della capacità produttiva, con investimenti totali di 744 milioni di euro (rispetto ai 631 milioni di euro dell'anno precedente).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome