Galeries Lafayette, fatturato in calo. Si punta su Cina e Medio Oriente

galeries lafayette
Il minor numero di turisti a Parigi nel corso dei primi sei mesi dell'anno ha determinato un calo da 100 milioni di euro

Galeries Lafayette subisce un calo di fatturato di 100 milioni di euro, dovuto a un minor numero di turisti arrivati a Parigi nei primi sei mesi del 2016, demotivati dagli attentati terroristici in Francia.
Secondo quanto spiega il direttore generale della divisione department store della società, Nicolas Houzé, il primo semestre dell’anno in corso si è chiuso con un giro d’affari di 1,6 miliardi di euro, contro 1,7 miliardi di euro del 2015. Gli store che si trovano invece nelle provincie hanno un andamento stabile.

Per il futuro la strategia aziendale prevede dunque di aprire nuovi negozi in Paesi come Cina e Medio Oriente nei quali sono avviate le trattative per l’apertura di cinque nuovi grandi magazzini entro il 2020. L’azienda punterà inoltre sull’eCommerce. “Attualmente realizziamo il 2% delle vendite online: l’obiettivo è di raggiungere il 10% entro il 2020” aggiunge Houzé.

Il gruppo Galeries Lafayette conta già negozi a Berlino, Jakarta, Dubai e Pechino e prevede di aprire a Doha e a Istanbul nel 2018.

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome