Leadership al femminile: Camilla Lunelli, responsabile comunicazione Gruppo Lunelli

Dopo la laurea in Economia Politica in Bocconi va all’estero. Per due anni è consulente aziendale di tipo strategico con Deloitte Consulting. Poi, la svolta: vince un concorso all’Onu e per tre anni si occupa di progetti umanitari in Niger e Uganda. “Anni formativi dal punto di vista personale e professionale”, dice Camilla Lunelli, terza generazione alla guida di Cantine Ferrari e prima donna dirigente. “Le donne sono più brave a scuola, si laureano di più e poi hanno uno stipendio più basso degli ex compagni di università. Il problema è la visione maschile della famiglia. Tante mogli brillanti hanno fatto un passo indietro nella carriera per favorire il marito”. Lei ha tre figli, qual è la ricetta per conciliare famiglia e lavoro? “La piena condivisione dei ruoli e delle responsabilità con il mio compagno. Poi aiuta il welfare, che qui in Trentino funziona. Certo, i ritmi sono intensi, niente pausa caffè, faccio sfruttare il tempo in azienda al 100%, per essere a casa alle 7 per cena. Poi riprendo a lavorare dalle 9 alle 11 di sera”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome