Madama Oliva fa edutainment sulla sana alimentazione

Il brand consolida il sostegno all'educazione alimentare entrando nelle scuole per la settima edizione del progetto "Salta in bocca"

Madama Oliva rilancia per la settima edizione "Salta in bocca", un progetto di csr a sfondo di marketing sociale che ha come obiettivo l’avvicinamento in maniera ludica dei bambini al mondo della sana alimentazione. Alle prime 6 edizioni hanno aderito 15.500 classi primarie, 19.000 insegnanti e dirigenti scolastici, 387.000 alunni e famiglie.

 

 

L'iniziativa prevede per ogni classe aderente un kit cartaceo per le lezioni in presenza e un kit digitale per le lezioni a distanza, con materiali di supporto al percorso formativo dell’insegnante. Come spiega inoltre in una nota aziendale Manuela Tilli, marketing & trade specialist di Madama Oliva:

 

 

Questa iniziativa si inserisce nel percorso che stiamo perseguendo ormai da diversi anni, collaborando con centri fitness e sponsorizzando eventi sportivi, nell'ottica di far conoscere le virtù e le caratteristiche del prodotto fresco a supporto del benessere. Crediamo che ci sia l'esigenza di comunicare a fondo i prodotti naturali e le loro caratteristiche nutrizionali per far conoscere il valore in termini di benessere psico-fisico.

Il progetto educativo ideato e gestito da Newways, società di comunicazione e di progetti educational, è gratuito e nell’anno scolastico 2020-2021 coinvolge 3.000 classi delle scuole primarie, 75.000 bambini e famiglie.

Le classi partecipano attivamente a "Salta in bocca" anche tramite un contest: a conclusione del progetto, gli alunni, con il supporto dell’insegnante, realizzano un elaborato artistico incentrato sui contenuti appresi durante l’anno scolastico. Tutti gli elaborati sono successivamente valutati da una giuria che individua 3 classi vincitrici di tanti premi utili per la scuola e per la classe.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome