Molino sul Clitunno di Trevi: confermate le certificazioni IFS e BRC

Il Molino sul Clitunno di Trevi, in Umbria, azienda di riferimento nel mercato delle farine personalizzate, ha ottenuto la riconferma delle prestigiose certificazione BRC (British Retailer Consortium) ed IFS (International Food Standard), grazie al costante lavoro all’insegna della qualità, della sicurezza alimentare, della tracciabilità, dell’innovazione e della professionalità, rispettando le norme vigenti in tutti i processi produttivi.

 

 

“Anche quest’anno –commentano gli amministratori dell’azienda- siamo lieti di annunciare che la nostra azienda ha conseguito la certificazione BRC, per di più, per il terzo anno consecutivo con valutazione AA, e anche il rinnovo “higher level” della certificazione IFS. Questo ennesimo traguardo conferma la volontà ferrea dell’azienda di puntare sempre al massimo livello di qualità del prodotto, allineandosi agli standard tecnico-qualitativi più severi e distintivi del settore agroalimentare. Soddisfazione e merito da condividere con chi questa azienda la vive: dagli addetti ai trasporti ai mugnai, dai facchini ai ragionieri, dalle nostre responsabili di laboratorio al nostro presidente Benito Marani, sempre presente!”.

Con la certificazione IFS vengono definiti i requisiti di sicurezza dei prodotti alimentari. Essere accreditato IFS per il Molino significa presentarsi come fornitore di prodotti sicuri, privi di sostanze dannose per la salute, conformi quindi alle specifiche contrattuali e ai requisiti di legge. Una sicurezza alimentare per tutti i prodotti e per tutti i livelli della produzione nei quali gli alimenti sono lavorati. È quindi una certificazione volta sia alla tutela del consumatore che dell’azienda.
La BRC, riconosciuta a livello mondiale, è focalizzata sulla qualità agroalimentare e sicurezza igienico-sanitaria dei prodotti, che prende come riferimento per la pianificazione e implementazione la metodologia HACCP. Viene dimostrata l’efficienza delle varie fasi di produzione, trasformazione e confezionamento degli alimenti che vengono valutate singolarmente. Garantendo un maggior controllo della propria rete di fornitura. Le certificazioni IFS e BRC hanno inoltre lo scopo di favorire l’efficace selezione dei fornitori food da parte della GDO e costituiscono modelli riconosciuti sia in Europa che nel resto del mondo.

 

 

Ogni anno, nello stabilimento di Trevi, vengono lavorate circa trentamila tonnellate di grano, grazie a un impianto di macinazione all’avanguardia. La vasta gamma di farine prodotte dall’azienda, che provengono da grani accuratamente selezionati (completamente rintracciabili) non contiene miglioratori enzimatici, additivi, stabilizzanti o conservanti chimici. Inoltre tutta la farina viene costantemente controllata dal Laboratorio Analisi interno che ne certifica la qualità e la rispondenza alle normative vigenti. Ogni tipo di farina risponde a standard qualitativi ormai riconosciuti da un mercato di nicchia, che richiede un prodotto “su misura”. Una gamma di farine che arriva fino a sessanta tipi di personalizzazione, riuscendo a coprire le più particolari esigenze di produzione per prodotti da forno, sia dolci che salati.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome