Le strategie di neuroscienze per comunicare food & wine

Appuntamento il 17 marzo a Milano con Neuromarketing Coach, il ciclo di eventi organizzato da Neuroset e Tim Space che apre a una nuova promozione enogastronomica per i professionisti del settore.

E' possibile ottimizzare le strategie di food-advertising con le neuroscienze? Sì, ed è anche possibile usare il neuro design per migliorare l’esperienza nella ristorazione, ottimizzare il packaging e il pricing per creare engagement, costruire esperienze neuro-sensoriali nel retail e promuovere lo storytelling del cibo sui social.

Per imparare come farlo l'appuntamento è il 17 marzo a Milano con Neuromarketing Coach, ciclo di eventi che punta all’eccellenza nella formazione sul neuromarketing in Italia e che è organizzato da Neuroset e Tim Space e vede Mark Up come media partner.

neuromarketing coach

Al centro il mondo dell'enogastronomia, con case studies di brand come Barilla, Cinzano e Ferrero, unitamente a sessioni di interactive brainstorming. In programma anche tutorial “hands-on”, veri e propri mini-laboratori durante i quali i partecipanti sperimenteranno l’uso di strumenti biomedicali come eyetracker, elettroencefalografo, misuratore di risposta galvanica e così via, imparando a comprendere il comportamento d’acquisto del consumatore.

Sul sito dell’evento i dettagli del programma e i relatori che interverranno.

Per maggiori informazioni e modalità di adesione contattare:
segreteria@neuromarketingcoach.it
Tel. 02 39 19 80 04
Skype: neuroset.labs

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteCarrefour aumenta le vendite del 2,7%
Articolo successivoCoca-Cola: inizia la nuova era
Comunicazione, marketing e trend, tra nuovi linguaggi sociali e social. Appartengo alla criptica generazione dei Millennials, credo in un futuro di umanizzazione e come condimento gradisco la narrativa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here