Nuovo slancio allo sviluppo di filiere agroalimentari con l’Algeria

di Alessandro Battaglia Parodi

 

 

È un accordo di programma di grande interesse quello stipulato recentemente tra il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina e il suo corrispettivo algerino Abdelouahab Nouri. I due ministri hanno sottoscritto nei giorni scorsi un rafforzamento della collaborazione commerciale già esistente tra Italia e Algeria con la stesura di un memorandum che prevede un coordinamento nella gestione delle crisi alimentari correlate ai rischi climatici e, soprattutto, uno sviluppo comune delle filiere agroalimentari in grado di allargare le opportunità e i benefici per entrambi i Paesi.

 

 

Il documento permetterà inoltre uno scambio di esperienze in materia di sviluppo rurale e rispetto ai grandi temi della pianificazione, dello sviluppo e della gestione duratura degli ecosistemi forestali, nonché del trattamento degli spartiacque e della lotta contro la desertificazione. L’accordo contempla anche un’estensione dei controlli e delle procedure per la protezione fitosanitaria e la cooperazione in materia di indicazioni geografiche per favorirne il riconoscimento e il rispetto reciproco. “Questo memorandum rappresenta l'ulteriore tappa di un processo di collaborazione tra l'Italia e l'Algeria nel settore agroalimentare- ha detto il Ministro Martina -. Siamo assolutamente disponibili a mettere in campo il nostro know how nel comparto della meccanica agricola, delle macchine alimentari, del packaging e della trasformazione alimentare. Nel nostro Paese abbiamo imprese di eccellenza anche nei settori della produzione di carne, latte e formaggi, che possono offrire un modello, molto chiaro, degli alti standard produttivi raggiunti. Ritengo sia importante la conoscenza diretta dell'esperienza imprenditoriale italiana che verrà mostrata, con tutte le sue potenzialità, anche nei mesi di Expo a Milano”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome