Psoriasi: Unifarco Biomedical scende in campo con le farmacie

Nella Giornata Mondiale della Psoriasi, gli esperti della società, e le farmacie aderenti all’iniziativa, risponderanno a tutte le domande dei pazienti

Rossore, ispessimento, desquamazione, secchezza e prurito: sono queste le principali manifestazioni della psoriasi, una malattia infiammatoria della pelle, con decorso cronico-recidivante, dovuta a fattori genetici e aggravata da fattori ambientali e/o legati allo stile di vita. Secondo l’International Federation of Psoriasis Associations, questa patologia colpisce oltre 125 milioni di persone, approssimativamente il 3% della popolazione mondiale. Si tratta di un disagio spesso sottovalutato che, in realtà, può incidere fortemente sulla qualità della vita di chi ne è affetto, con conseguenze importanti anche sulla sfera relazionale e psicologica della persona.

 

 

In occasione della Giornata Mondiale della Psoriasi, il 29 ottobre, Unifarco Biomedical – divisione di Unifarco che studia e realizza dispositivi medici e cosmetici dermatologici – ha deciso di attivare un’iniziativa ad hoc: un team di dermatologi, docenti universitari, farmacisti e ricercatori risponderà a qualsiasi domanda attraverso la casella elettronica biomedical@unifarco.it, così da supportare coloro che ne soffrono. Un progetto che intende aiutare le persone rompendo la barriera sociale dell’imbarazzo e della vergogna che aleggia intorno a tale disagio.
In tutte le farmacie aderenti alla Giornata Mondiale della Psoriasi sarà possibile trovare ulteriore materiale informativo, oltre alla possibilità di una consulenza con il proprio farmacista di fiducia.

Una corretta diagnosi proposta dai medici specialisti rappresenta il primo passo per poter curare questa malattia. Ma anche alcune semplici azioni quotidiane - segnalano gli esperti Unifarco Biomedical - possono concorrere a gestire la patologia, mantenendo sotto controllo la sintomatologia. Qualche esempio? È bene usare quotidianamente un prodotto emolliente, formulato appositamente per combattere la psoriasi. É importante fare attività fisica, preferibilmente camminate quotidiane o sport acquatici, evitando le discipline che possono causare graffi o lesioni. Bere almeno due litri di acqua al giorno, infine, può aiutare a mantenere la pelle idratata.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome