Shopping trend: i 5 comportamenti di consumo in Italia

Integrazione. Questa la parola chiave per i comportamenti di consumo degli italiani tra online e offline, portata alla luce dalla PwC Total Retail Survey 2015. La ricerca effettuata in 19 Paesi su 19.000 persone consente di individuare una serie di tendenze interne al comparto acquisti, specifiche per il nostro Paese e con relativi dati.

 

 

#showrooming Il 75% degli italiani ricerca in negozio per poi acquistare successivamente online, soprattutto navigando su siti internazionali per cercare prezzi convenienti. Una percentuale più alta rispetto a quella globale, che si attesta al 68%.

#reverse showroomig Il 67% degli italiani ricerca online per poi recarsi in negozio. È l’altro lato della medaglia, in questo caso inferiore alla media degli altri Paesi (70%), che chiude il cerchio di complementarietà tra canali.

 

 

#store-centric Il negozio resta centrale nell’esperienza di acquisto, anche se con ruolo in evoluzione, che pone l’accento sul suo essere una grande vetrina. In Italia il 38% dei consumatori non rinuncia alla visita settimanale, che resta momento fondamentale.

#social influence Nel nostro Paese ha l’impatto più elevato, con il 63% degli shopper che assegna ai social media una funzione di peso all’interno delle proprie decisioni di acquisto. Driver fondamentali le promozioni (50%) e la scoperta di nuovi prodotti (33%).

#Wi-Fi wish Nell’ambito di un generale desiderio di digitalizzazione del punto di vendita, con facilitazione del processo di acquisto e del pagamento, il wi-fi gratuito in store diventa ormai lo standard universale richiesto, indispensabile soprattutto per il target young.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome