Cellie: per il food italiano il meglio deve ancora venire

Antonio Cellie intervistato da Cristina Lazzati nel corso del 10° Consumer & Retail Summit
Antonio Cellie intervistato da Cristina Lazzati nel corso del 10° Consumer & Retail Summit

Antonio Cellie, amministratore delegato di Fiere di Parma, riconosce all'industria alimentare italiana la capacità di aver effettuato un concreto salto in avanti per quanto concerne i fatturati realizzati con l'export. Ma in ogni caso ritiene che il più debba ancora venire: il gap rispetto ai main competitori europei non è stato colmato e le potenzialità sul versante della domanda verso il prodotto italiano sono ancora enormi. In questa video intervista raccolta ai margini del convegno Consumer & Retail Summit di Mark Up/Gdoweek in collaborazione con Il Sole 24Ore, Cellie ritiene che il momento clou sia proprio adesso, dato che ovunque nel mondo vi sono retailer che sfruttano anche l'italianità dell'assortimento per proporre le rispettive disruptive innovation. Passando poi sul versante del retail italiano, l'ad di Fiere di Parma crede che vi siano aspetti di forza che possano permettere anche ai protagonisti distributivi italiani una svolta strategica significativa, pur in un mondo commerciale che vede in campo competitor di ben altre dimensioni. Il segreto? Potrebbe celarsi nella formula dell'Italian Food affordable; nel fatto che in ogni caso le catene italiane offrono il value for money migliore del mondo.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome